Parabiago – Il 5xmille ai Servizi sociali

(Foto da web)

A chi non avesse ancora deciso come destinare il proprio “5 per mille” della dichiarazione dei redditi, il Comune di Parabiago lancia un invito: destinare la quota ai Servizi sociali comunali. “Sono risorse che rimarrebbero alla comunità”, si legge in un volantino stampato per l’occasione.

Più precisamente la sollecitazione è affinché si lasci il “5 per mille” ad enti impegnati nei servizi sociali, come lo sono i Comuni.

I contribuenti possono, compilando le loro denunce dei redditi (modello Unico, CUD, o Modello 730) scegliere di destinare il “5 per mille” dell’IRPEF al proprio Comune di residenza, che utilizzerà queste risorse per lo svolgimento di attività sociali.

“Questa scelta non si sostituisce a quella della destinazione dell’ “8 per mille” dell’ Irpef allo Stato, o alla Chiesa cattolica o alle altre confessioni religiose, è semplicemente aggiuntiva e serve ad aiutare il Comune ad essere più vicino ai suoi cittadini più bisognosi e meno fortunati. Se non firmi per il 5 per mille non risparmi nulla e non aiuti nessuno, ma se firmi per il tuo Comune, rimarranno a disposizione della tua comunità”, come si legge in una nota.

Nel 2015 il Comune di Parabiago ha incassato la donazione del 5xmille, riferita all’anno finanziario 2013, per una somma totale di 8.815,59 euro che ha destinato ai servizi diurni e alla residenzialità di cittadini disabili con età inferiore a 65 anni. Analogamente, nel 2016 il Comune ha incassato 10.180 euro che ha utilizzato per abbattere la spesa sociale a carico della collettività, destinata all’inserimento di persone disabili negli istituti residenziali; nel 2017 11.720,45 euro, serviti per abbattere la spesa sociale di 91.561 euro, che la collettività sostiene per garantire i servizi diurni rivolti ai cittadini con disabilità.

print