Non ce l’ha fatta la femmina di cervo recuperata a Legnano

Un momento del recupero della cerva ferita

E’ successo ieri pomeriggio, nell’area extra urbana di Legnano al confine con Busto Arsizio, alcuni cittadini hanno segnalato la presenza di un grosso animale a terra ferito, all’interno di una strada vicinale.

La Polizia locale è intervenuta con i suoi agenti, che hanno chiamato altri operatori per soccorrere una femmina di cervo agonizzante.

Sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco e i volontari della LAV, la Lega anti vivisezione di Busto Arsizio. Gli agenti del comando di corso Magenta sono riusciti anche a contattare un’altra associazione di volontariato piemontese, l’Associazione Rifugio Miletta per il recupero di animali selvatici con sede ad Agrate Conturbia, in provincia di Novara. I volontari piemontesi, unici a rendersi disponibili per le operazioni di salvataggio e recupero dell’animale, si sono immediatamente recati a Legnano per portare in salvo l’animale che, stando ad una prima verifica delle ferite, era stato probabilmente investito da un autoveicolo dopo essere uscito dall’oasi del Parco del Ticino.

In meno di un’ora i volontari di Rifugio Miletta sono intervenuti a loro spese per il recupero dell’animale che, operato nella mattinata di oggi in un centro specializzato, purtroppo non ce l’ha fatta: dopo l’intervento chirurgico, tecnicamente riuscito della durata di due ore e mezza, la cerva ha avuto una crisi cardiaca post operatoria.

print