domenica, 5 Febbraio 2023

Milano – Da giugno entrano in funzione sette nuovi autovelox

Entrano in funzione sette nuovi autovelox a Milano, già annunciati da fine gennaio, quando è scaduto il bando pubblicato da Palazzo Marino per l’installazione dei nuovi occhi elettronici.

La decisione del Comune aveva causato qualche polemica, con i consiglieri di opposizione che avevano visto nei nuovi autovelox soltanto un modo per fare cassa. “Mancano sessanta milioni e, oplà, saltano fuori gli autovelox”, era stato uno dei commenti, “Le telecamere sono diventate il più grande strumento di politica economica del Comune di Milano. Le tasse sono tutte con le aliquote massime e non possono dare gettito aggiuntivo. Così ci si butta sugli automobilisti con autovelox, Area C e aumenti salati per sostare su strada”.

Non soltanto autovelox, però. Perché dall’autunno alcuni varchi di Area C saranno dotati di speciali telecamere che saranno in grado di individuare automaticamente e di avvertire subito la Polizia locale auto e moto che girano senza assicurazione o revisione, veicoli rubati, in fermo amministrativo o ricercati per altri motivi e reati. L’esperimento – riporta Repubblica – partirà dal centro e dalla Cerchia dei Bastioni, ma l’obiettivo è di estendere la rete di “vigili virtuali” a tutti i varchi.

I primi due autovelox fissi compariranno in viale Fulvio Testi, con un limite di 50 chilometri orari – in entrambi i sensi di marcia – tra il cavalcavia ferroviario e via Matteucci.

Un’altra coppia di telecamere sarà installata in via Virgilio Ferrari, tra via Selvanesco e via Campazzino, dove il limite sarà di 70 chilometri orari, con multe che si aggirano sugli ottanta euro per i trasgressori.

Gli altri tre autovelox andranno invece ad implementare la rete già esistente. Uno sarà messo in via dei Missaglia nei pressi di di via Manduria, uno in via Palmanova all’altezza di viale don Orione e l’ultimo in via Parri nel tratto compreso tra il canale scolmatore e via Spagliardi.

Fonte MT

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI