Milano – Fatture false per 30 milioni di euro

(Immagine di repertorio)

Imprese fittizie emettevano fatture false: un imbroglio di 30 milioni di euro è stato scoperto e fermato ieri a Milano, dalla Guardia di Finanza, insieme all’Agenzia delle Entrate.

A capo di un’organizzazione di imprese inesistenti, con responsabili prestanome, sarebbe un uomo di 39 anni, di Monza, che ha frodato per 30 milioni di euro.

Le fatture false erano emesse da imprese che operavano in tutta Europa, e che fornivano anche pubbliche amministrazioni, enti locali, aziende sanitarie, le stesse GdF e Agenzia delle Entrate.

A seguito delle indagini condotte con il coordinamento della Procura di Milano, sono state quattordici le denunce emesse violazioni della normativa penale tributaria e una per il reato di favoreggiamento, per le quali la Procura ha già chiesto il rinvio a giudizio.

print