lunedì, 15 Agosto 2022

Le “draghette” del Busto Nuoto donano a Parabiago la loro vittoria

(Foto da FB)

Particolare cerimonia ieri, giovedì 25 marzo, al campo sportivo Venegoni-Marazzini di Parabiago, dove le atlete del Busto Nuoto, le “draghette”, hanno consegnato il loro trofeo conquistato agli assoluti di nuoto sincronizzato, svoltisi a Riccione il 20 e il 22 marzo scorsi, in segno di riconoscenza al sindaco Raffaele Cucchi, al presidente del Rugby Parabiago 1948, Marco Marazzini e ad Amga Sport, che hanno messo a disposizione della società Busto Nuoto gli spazi per gli allenamenti delle atlete, vale a dire Paganini, Amadei, Brogioli, Picozzi, Sichirollo, Gianazza, Macchi, Pedotti, con le riserve Restelli, Elena ed Anna Torreggiani, che hanno conquistato il titolo di campionesse italiane.

“Torniamo a casa con il titolo di campioni d’Italia nella specialità della squadra, con il terzo posto nel solo e il terzo posto nella classifica finale di società . Un risultato che nessuno osava pensare dopo un inizio di stagione molto complicato dovuto soprattutto al fatto che la nostra piscina Manara è chiusa dal lontano 24 ottobre. Dobbiamo ringraziare Amga Sport di Legnano, il sindaco di Parabiago e il Rugby Parabiago1948 che ci hanno permesso di partecipare ai suddetti campionati assoluti e giocarci il podio ad armi pari con le due squadre più forti del momento RN Savona e Aurelia Nuoto. Inoltre, la ciliegina sulla torta è arrivata con la finale della specialità Solo dove la nostra atleta più giovane (Susanna Pedotti 2004) ha vinto la medaglia di bronzo. Infine, grazie ai suddetti piazzamenti oltre al sesto posto nella specialità Duo (Brogioli, Gianazza), la nostra società si è piazzata meritatamente al terzo posto nella classifica finale delle società”, ha spiegato il presidente Busto Nuoto, Renato Borroni.

“Siamo molto felici della medaglia d’oro che le ragazze bustocche hanno vinto. Arrivare al primo gradino del podio è davvero un risultato straordinario. Complimenti a loro, alla loro allenatrice e a quanti hanno creduto nelle loro potenzialità atletiche. Noi semplicemente abbiamo risposto a un’esigenza pratica e messo a disposizione spazi idonei come la piscina comunale e il campo sportivo Venegoni-Marazzini. Il merito del successo è tutto loro, ma grazie al Presidente Borroni per aver pensato di donare alla nostra Città la coppa di questo risultato. La conserveremo con cura”, ha detto Cucchi.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI