La sanificazione inizia anche nei condomini privati a Parabiago

L’Amministrazione comunale di Parabiago ha attivato ulteriori misure per limitare il diffondersi del contagio da Coronavirus, anche nei condomini privati e nei contesti in cui persiste una maggior concentrazione di abitanti, soprattutto in un’ottica di tutela verso le persone anziane e più fragili.

Così nelle scorse ore il sindaco Raffaele Cucchi, sentito il Centro Operativo Comunale, ha emesso un’ordinanza che prevede un intervento di sanificazione presso i luoghi interni ed esterni dei condomini cittadini.
“In questa delicata fase dell’emergenza sanitaria lo stato di isolamento dei cittadini non basta, diventa ora importante intervenire per igienizzare gli spazi comuni laddove la convivenza è inevitabilmente elevata. Con buon senso e coscienza,  stiamo cerchiamo di agire per il bene di ciascun cittadino e per una concreta tutela della sanità pubblica”, ha dichiarato il sindaco.

Come si legge in una nota, l’ordinanza intende completare, e non rendere vane, le azioni di sanificazione attivate dal Comune presso strade e luoghi pubblici, dando priorità alle zone che presentano servizi essenziali e di approvvigionamento per la collettività. Pertanto, l’Amministrazione chiede agli amministratori di condomini di attivarsi in tal senso. Più precisamente, agli amministratori di condominio viene chiesto di sanificare gli spazi interni ed esterni comuni con prodotti idonei e con particolare attenzione a ringhiere, mancorrenti, maniglie, pulsantiere, ascensori e, per i condomini interessati, le aree adibite ad ospitare i mastelli della raccolta rifiuti.


La sanificazione dovrà obbligatoriamente essere effettuata almeno una volta alla settimana nei luoghi di fruizione e passaggio, e due volte alla settimana nei luoghi di raccolta rifiuti.
Gli interventi di sanificazione dovranno avere inizio entro e non oltre il 30 marzo, e la mancata osservanza del provvedimento, comporterà sanzioni come previsto dalla normativa. 

print