Inciviltà e aggressività sono le pericolose tendenze di chi guida

(Foto da web)

Disattenzione, eccesso di confidenza nei confronti dei pericoli, aggressività sono alcuni dei fattori che si riscontrano sempre più di frequente tra chi si mette alla guida di un autoveicolo.

Lo riporta in questi giorni il “Barometro Europeo della Guida Responsabile”, realizzato da IPSOS per conto di Vinci Autoroutes, edizione 2019.

Nella relazione finale di una ricerca condotta per conto del gestore delle Autostrade di Francia, il comportamento di numerosi automobilisti sta slittando verso abitudini che possono mettere a rischio loro e gli altri.

Per condurre questa particolare indagine, gli esperti di IPSOS hanno intervistato dei conducenti, di tutte le età, un migliaio di loro anche in Italia. Se ormai per il 97% degli automobilisti è chiaro che leggere sms o e-mail guidando è pericoloso, il 25% afferma di non poterne fare a meno.

Particolare l’aumento dell’aggressività alla guida: il 53% degli intervistati ammette di suonare il clacson per rispondere ai presunti soprusi sulle strade. Il 20% scende dalla propria vettura per discuterne.

Un 4% in più dei guidatori, rispetto al 2017, ha paura del fattore aggressività, mentre il 3% non si considera aggressivo al volante.

print