21.6 C
Comune di Legnano
martedì 11 Agosto 2020

Gallarate – Semina il panico in strada arrestato un 37enne

Ti potrebbe interessare

“Cinegrate” si ferma a Ferragosto ma anticipa lo show a giovedì

A grande richiesta, la serata di cinema all’aperto a Canegrate, organizzato dall’assessorato alla Cultura con la Macchina dei Sogni, che si sta...

Il parchetto delle scuole Mazzini devastato di notte a Legnano

Le segnalazioni sono state diffuse via social nelle scorse ore: il giardino pubblico, davanti alle scuole elementari Mazzini di Legnano, presenterebbe i...

Trovato senza vita un 84enne in casa a Castellanza

E’ successo questa mattina a Castellanza: un uomo di 84 anni è stato rinvenuto nella sua abitazione, senza vita da giorni, come...

Doppio infortunio questa mattina nell’hinterland di Milano: feriti due operai alla Candy e al deposito Trenord

Mattinata da dimenticare, in provincia di Milano, dove le ambulanze hanno dovuto correre per prestare soccorso a due lavoratori rimasti feriti in...

E’ successo ieri a Gallarate: il personale dell’Ufficio Anticrimine di questo Commissariato ha arrestato un uomo di 37 anni, cittadino marocchino, e sottoposto alla misura alternativa al carcere dell’”affidamento terapeutico”, previsto per le persone tossicodipendenti.

L’arresto dell’uomo, come spiegato in una nota della Polizia, si è reso necessario a causa delle reiterate violazioni alle prescrizioni cui l’uomo era sottoposto: “il cittadino marocchino è stato più volte sorpreso disattendere gli orari di rientro nella sua abitazione, e si è reso protagonista di comportamenti pericolosi per la propria, ma soprattutto altrui, incolumità.

L’ultimo episodio risale a sabato sera, quando l’uomo si è messo alla guida di una vettura pur non avendo la patente, seminando il panico lungo la SS 336, compiendo manovre azzardate e provocando un incidente a Somma Lombardo, scappando.

Il fuggitivo è stato intercettato da una pattuglia dei Carabinieri, ma lo stesso è riuscito a dileguarsi a piedi in un boschetto. Adesso per il cittadino marocchino, già arrestato a novembre scorso, si sono riaperte le porte del carcere di Busto Arsizio.

Articoli correlati