Da oggi nelle aranciate ci sarà più succo di arancia

aranciata
(Foto da web - gde-fon.com)

Aranciate senza arance? E’ capitato, in barba ai controlli anti sofisticazione, ma da oggi scatta l’obbligo ai produttori di aranciate di utilizzare per le loro bibite, e comunque per tutte quelle che riportano il richiamo all’arancia nel nome, il 20% di succo di agrume, che sale dal 12%.

Da oggi  6 marzo entrano in vigore un insieme di provvedimenti, notificati dall’Unione Europea, in merito alle bevande a base di succhi di frutta: ne devono contenere almeno il 20%, come riferito dalla Coldiretti che ha seguito l’iter della nuova disposizione.

L’aumento della percentuale di succo di arancia nelle bibite non potrà che fare bene alla salute dei consumatori, in termini di qualità.

Da Coldiretti l’auspicio che sia resa obbligatoria, sulle bottigliette delle bevande a base di frutta, l’etichetta che ne indichi la composizione e la provenienza, perché anche le aranciate non siano vendute come prodotto italiano, quando invece spesso arrivano da altri Paesi.

print