Amazon si accorda con i negozi per il ritiro pacchi

Il progetto prende il via nel Regno Unito e anche in Italia: la catena di e-commerce Amazon stringe un accordo con i negozi, che diventano punti di ritiro per i clienti della merce acquistata on line.

Il tutto in un’ottica di flessibilità a favore di chi fa acquisti, che non sarà più costretto ad attendere il passaggio del corriere a casa.

La novità si chiama “Ultimo miglio”, e potrebbe rappresentare una vera rivoluzione per Amazon, con vantaggi anche per i negozianti, che dalla loro disponibilità ricevono in cambio un compenso in denaro, nonchè visibilità.

In Italia si sono già “alleati” con Amazon il Bar “Roby” in corso Indipendenza a Milano, e una cartoleria in provincia di Bergamo.

Nessuna contraddizione nella proposta, che vede uniti due mondi considerati contrapposti: i cosiddetti “negozi di vicinato”, che si sono sentiti da sempre minacciati proprio dall’e-commerce.

Tra le varie sfumature del progetto, la possibilità di diffondere la mappa dei negozi aderenti, cui potrebbero unirsi anche i mercati coperti e i negozi nelle periferie delle città.

print