13 C
Comune di Legnano
giovedì 21 Ottobre 2021

A Cerro Maggiore nuovi bonus solidali estesi alle problematiche abitative

Ti potrebbe interessare

La zanzara coreana imperversa in Lombardia: resiste al freddo

Si chiama “Aedes koreicus”, la zanzara coreana in grado di resistere al freddo, scoperta in Lombardia e in alcune altre zone del Nord d’Italia,...

Al via domani la 28esima edizione di “Sguardi Altrove Film Festival”

La “Next generation” tra sostenibilità e impegno civile sarà protagonista della 28a edizione di “Sguardi Altrove Film Festival”, la manifestazione dedicata al cinema al...

Studenti occupano l’Università statale di Milano: chiedono la riapertura degli spazi

E' accaduto nelle scorse ore a Milano: una ventina di studenti del collettivo universitario “Ecologia Politica”, ha occupato quattro aule in Università statale, in...

Opere pubbliche a Legnano: prende forma l’idea della città sociale

E’ stato approvato in questi giorni dalla giunta comunale di Legnano il Piano Triennale delle Opere pubbliche da oltre 29 milioni di euro, che...

Altri 65mila euro saranno destinati a Cerro Maggiore all’emergenza sociale dovuta al Covid-19. E questa volta non saranno utilizzati soltanto per i buoni alimentari, come avvenuto nel 2019, ma anche per risolvere le attuali e più stringenti problematiche abitative.

La ripresa economica individuata dagli ultimi dati Istat è sicuramente un segnale positivo, ma a fronte di imprese in grande ripresa, ce ne sono altre che rischiano la chiusura. Così l’Amministrazione comunale ha deciso di mettere in campo altri contributi, mentre San Vincenzo e Caritas stanno svolgendo un ruolo fondamentale per sostenere il bisogno primario alimentare.

“Nell’ultima seduta di giunta abbiamo avviato la procedura per l’erogazione dei contributi Covid, individuando i criteri per la loro assegnazione. In accordo con l’ufficio Servizi sociali dell’ente, abbiamo valutato di estendere le risorse anche alle  problematiche abitative, visto che i fondi previsti e stanziati sono già stati esauriti. In questi mesi abbiamo attentamente monitorato le richieste e le nuove situazioni di disagio, riscontrando diverse problematiche per morosità incolpevoli e per il pagamento delle utenze”, spiega il sindaco Giuseppina Berra. I criteri di accesso agli aiuti saranno pressoché identici ai precedenti bandi per i buoni alimentari, uniformando le procedure per rendere sempre più semplice i controlli da parte delle autorità preposte. Accogliendo i suggerimenti degli uffici, ciascun utente potrà effettuare una sola richiesta di contributi a fronte dei benefici previsti.

Articoli correlati

Chiuderà tra poche ore l’hub vaccinale di Cerro Maggiore

E’ attesa entro il 10 ottobre, domenica, la chiusura del centro vaccinale anti Covid-19, aperto a marzo scorso al centro commerciale “Move In” di...

Agrati capace di intendere la notte dell’incendio in cui sono morte le sorelle

Giuseppe Agrati era capace di intendere e di volere la notte del 13 aprile del 2015, quando nell’abitazione di via Roma a Cerro Maggiore,...

A Cerro Maggiore un’iniziativa sociale coinvolge il mondo dell’imprenditoria

L'azienda OrtosocialbioMI, con sede operativa nella zona industriale di Cerro Maggiore, ha deciso di lanciare un progetto commerciale con uno sguardo al territorio, alla...

Bricoman a Cerro Maggiore punta al rispetto dell’ambiente

Il punto vendita Bricoman di Cerro Maggiore ha avviato, in questi giorni, un particolare progetto di attenzione ecologica al territorio, dopo aver preso accordi...

Fiera di San Bartolomeo a Cerro Maggiore: come gestire il green pass?

C’è attesa a Cerro Maggiore per conoscere come sarà gestito l’obbligo del green pass, la certificazione di avvenuto vaccino contro il Covid-19, anche per...