13.9 C
Comune di Legnano
martedì 11 Maggio 2021

Vicenda Accam: Legnano si astiene al progetto per dare il via alla ristrutturazione aziendale

Ti potrebbe interessare

Lavori al Centro Multiraccolta di Busto Arsizio: chiuso per una settimana

Da oggi lunedì 10 maggio il Centro Multiraccolta di via Tosi ang. via dell’Industria, a Busto Arsizio, sarà oggetto di un particolare intervento di...

AEMME Linea Ambiente ottiene gli stessi favorevoli riscontri del 2020

Il giudizio non si discosta molto da quello dello scorso anno: il lavoro di AEMME Linea Ambiente continua, infatti, a ottenere il consenso dei...

Al Teatro Tirinnanzi di Legnano oggi la presentazione del libro dedicato a Felice Musazzi

Si terrà oggi, lunedì 10 maggio, alle 18, al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, la presentazione ufficiale del libro dedicato a Felice Musazzi,...

Mascherine addio? Sì, quando almeno 30 milioni di italiani si saranno vaccinati

Potrebbero bastare 30 milioni di italiani già sottoposti alla prima dose di vaccino anti Covid-19, per dire basta alle mascherine indossate all’aperto. Mentre si ragiona...

Legnano intende dare ad Accam ancora una possibilità per presentare un nuovo piano industriale. Questa la decisione portata dal sindaco Lorenzo Radice questa mattina, sabato 6 marzo, partecipando all’assemblea dei soci di Accam, astenendosi dal voto alla mozione presentata, per dare il via alla ristrutturazione aziendale.

“Il nostro voto è stato di astensione. Ho precisato di avere fortissime perplessità sulla possibilità di costruire nei quattordici giorni che ci separano dalla prossima assemblea un nuovo piano, ma anche che non avremo difficoltà a fare la nostra parte se saranno garantite alcune condizioni. Innanzitutto questo piano dovrà essere concepito in un’ottica di economia circolare e non dovrà limitarsi al salvataggio dell’esistente. Inoltre all’assemblea ho chiesto il rispetto di tre condizioni, che ho sintetizzato nella formula delle tre “t”: tutela degli investimenti da parte di Amga, terreno di Borsano disponibile per almeno 25 anni, tempo congruo per sviluppare il piano stesso, dato dall’accesso alla procedura del concordato in bianco. Se saranno rispettate queste condizioni Legnano non si tirerà indietro. Ribadisco, quindi, quanto affermato da diversi mesi a questa parte: a Legnano non interessa un progetto basato esclusivamente sull’incenerimento dei rifiuti; devono entrare in gioco altre forme alternative di riutilizzo e riciclo, secondo quello che la tecnologia può già offrire. Serve procedere a ridurre la componente da inviare all’inceneritore e aumentare la frazione da riciclare e riutilizzare. Per noi l’impianto di Borsano dovrà dunque essere profondamente rinnovato per continuare a operare e questo richiede tempi lunghi e investimenti ingenti. Il sindaco di Busto Arsizio ha ribadito in assemblea che l’inceneritore è l’unico strumento per rilanciare la società e che l’economia circolare è al di là da venire. Una posizione, questa, che, se confermata dal piano, per noi è inaccettabile, come stiamo dicendo ormai da quattro mesi”, il commento di Radice.  

La delibera dell’assemblea dei soci ha avuto il 70% dei voti a favore, tra cui quelli dei Comuni di Gallarate e Busto Arsizio. Hanno votato no i Comuni di Canegrate, Castano Primo e Rescaldina. Astenuti Legnano, Buscate, Cardano al Campo, Golasecca e Ferno.

Prossima seduta dell’assemblea il 20 marzo, quando AMGA e Agesp presenteranno il piano industriale per Accam.

Articoli correlati

La Resistenza a Legnano mettendosi in gioco per il futuro: Radice parla ai giovani

“Celebrare la Resistenza, il 76° anniversario della Liberazione, non è semplicemente ricordare un passato che ci appare sempre più lontano, ma costruire ancora oggi,...

Partite le indagini ambientali su ACCAM

AGESP, AMGA e Gruppo CAP hanno chiesto qualche giorno supplementare per completare le verifiche a 360° su aspetti ambientali, legali e finanziari, fondamentali per...

Anche il sindaco di Legnano partecipa al percorso dantesco dei Liceali Sempre

E’ stata pubblicata nelle scorse ore via social la terza “puntata” dedicata a Dante Alighieri, preparata dall’associazione di Legnano “Liceali Sempre”. Come per le due...

Per chi non ci ha capito un “accaM”: arriva il vademecum di riLegnano

E’ stato pubblicato in questi giorni dalla compagine politica riLegnano, un particolare opuscolo informativo, composto da una quindicina di pagine, in cui si illustra...

Alto Milanese e Varesotto chiedono a Regione Lombardia un tavolo sulle sfide ambientali

Il sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi, si è fatto promotore della richiesta di un tavolo regionale per ragionare sulle sfide ambientali di transizione ecologica,...