Cerca
Close this search box.
venerdì, 21 Giugno 2024
venerdì, 21 Giugno 2024
Cerca
Close this search box.

Vende droga agli arresti domiciliari: per lui si aprono le porte del carcere

Si era reinventato un’attività di spaccio anche agli arresti domiciliari, un uomo di 31 anni, arrestato (di nuovo) dai Carabinieri di Porto Ceresio.

È successo nelle scorse ore, quando i militari della locale Stazione, nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione e alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno trovato il 31enne, italiano, disoccupato, pregiudicato, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, che nella sua abitazione deteneva ai fini di spaccio complessivamente un chilo e mezzo tra marijuana e hashish, in una trentina di involucri di cellophane e due panetti, oltre a vario materiale specifico per il confezionamento delle dosi destinate alla vendita. Il tutto è stato sequestrato in attesa di ulteriori accertamenti, anche di laboratorio.

L’uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed accompagnato in carcere a Varese, dove il suo arresto e stato convalidato e dove rimarrà, senza ripassare da casa.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings