6.9 C
Comune di Legnano
venerdì 26 Febbraio 2021

VARESE – Si e’ spento il padre di Lidia Macchi

Ti potrebbe interessare

I Servizi demografici ampliano l’orario di apertura a Busto Arsizio

I Servizi Demografici ampliano l’orario di apertura al pubblico, a Busto Arsizio: sia la sede centrale in via Fratelli d’Italia 12, sia l'Ufficio distaccato...

Il mondo delle palestre e delle piscine in piazza a Milano per chiedere la riapertura in sicurezza

Si è svolta nelle scorse ore a Milano, in corso Monforte, una protesta organizzata dai titolari e dai gestori delle palestre e delle piscine,...

I sangiorgesi invitati a scrivere sul libro di presentazione del 64esimo Campaccio

L’invito arriva dal sindaco di San Giorgio su Legnano, Walter Cecchin, ai suoi concittadini: scrivere un pensiero dedicato all’evento sportivo del Campaccio, che sarà...

Giornata delle Malattie rare: le fontane si accendono di blu a Legnano

Il Comune di Legnano colorerà di blu la fontana di piazza San Magno, lo specchio d’acqua di piazza del Popolo e la fontana di...

Non potra’ vedere in carcere l’assassino della figlia: come riporta l’ANSA Lombardia, si è spento nel pomeriggio di venerdi’ 15 aprile il padre di Lidia Macchi, la studentessa di Varese massacrata con 29 coltellate nel gennaio 1987. Giorgio Macchi era ricoverato nella casa di riposo Molina, a Varese, da quando, tre anni fa, fu colpito da un ictus. Nel pomeriggio l’anziano ha avuto una crisi respiratoria ed è stato trasferito d’urgenza all’ospedale di Circolo di Varese, dove è morto. Le indagini sull’omicidio della figlia, riaperte nel 2013, hanno portato lo scorso 15 gennaio all’arresto di Stefano Binda, accusato di aver violentato e ucciso la ragazza, sua ex compagna di liceo.

Articoli correlati