Varese – Il Camper contro la violenza di genere

Camper PS
Il camper della PS a Varese

Presentato nelle scorse settimane, è stato attuato ieri anche a Varese il Progetto Camper “Questo non è amore“, iniziativa organizzata ancora una volta dal Ministero dell’Interno coinvolgendo la Polizia di Stato, contro la violenza di genere.

La Questura di Varese ha voluto aderire alla campagna di sensibilizzazione promossa dal Ministero, posizionando il Camper della Polizia di Stato in Piazza della Repubblica, per tutto il pomeriggio.

Come si legge in una nota, a dimostrazione di quanto la strategia legata all’iniziativa sia rispondente ai bisogni largamente diffusi, i numerosi eventi organizzati nell’ultimo trimestre del 2017 in molte province italiane sotto l’egida del “Progetto Camper” hanno fatto registrare più di 18.500 contatti, tra i quali sono state intercettate una pluralità di situazioni di disagio sulle quali è stato possibile intervenire in chiave preventiva, anche attraverso l’attivazione degli opportuni canali delle reti antiviolenza.

Presenti ieri al camper della Polizia di Varese una équipe di operatori specializzati della Questura varesina, insieme al Dirigente della Squadra Mobile Maurizio Greco, al Funzionario Addetto della Divisione Anticrimine Jacopo De Angelis, ed una rappresentante della Procura della Repubblica di Varese dello “Sportello vittime di violenza“.

Presenti inoltre una psicologa e alcuni rappresentanti della Rete Antiviolenza ed una rappresentante delle “Crocerossine”, tutti insieme per condividere con la cittadinanza la loro esperienza sui temi della violenza di genere ed accogliere ed aiutare le persone vittime di tali comportamenti.

Il Questore di Varese Giovanni Pepè è intervenuto dicendo sottolineando quanto la Polizia di Stato sia vicina alle vittime ed incoraggi a denunciare ogni tipo di violenza, sia fisica, sia psicologica.

print