Cerca
Close this search box.
giovedì, 25 Luglio 2024
giovedì, 25 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

VARESE – Arriva nelle scuole Sognando la piazza, legato alla riqualificazione di piazza della Repubblica

“Sognando la piazza” è la nuova iniziativa per le scuole lanciata dagli assessorati a Famiglia, Persona e Università e all’Urbanistica del Comune di Varese, legata ai concorsi internazionali per la riqualificazione di piazza Repubblica. A presentarla, gli assessori Enrico Angelini e Fabio Binelli, con la referente dell’assessorato Elena Emilitri e il responsabile della comunicazione per VareseRepubblica Andrea Ciotti.
Varese sta vivendo un’ importante riqualificazione di una delle piazze centrali, la piazza Repubblica la cui progettazione è stata affidata ad un concorso internazionale che ha visto la partecipazione di professionisti di tutto il mondo e i cui progetti mirano a “ridisegnare” una vasta area del centro storico dedicata a funzioni pubbliche: un teatro, una biblioteca, un centro culturale.

«L’intervento su Piazza Repubblica è quello urbanisticamente più rilevante di questi decenni – spiega l’assessore a Famiglia e Persona Enrico Angelini -. E’ molto importante dunque che bambini e ragazzi vengano coinvolti con la freschezza di idee che può essere portata dalle nuove generazioni. Anche questo è un modo per costruire un miglior futuro per la città».
«L’assessorato all’Urbanistica sta collaborando con l’assessorato Famiglia e Persona –: il tema urbanistico si coniuga con la capacità di azione, noi costruiamo progetti che devono essere condivisi, con il coinvolgimento delle scuole e della cittadinanza. Stiamo lavorando su Take care ad esempio, sulla città pubblica attraverso conferenze, ed ora con questa iniziativa aperta alle scuole. L’idea di sognare la piazza è uno stimolo».

Fra le diverse iniziative che il Comune ha pensato per coinvolgere la cittadinanza vi è anche “Sognando la piazza” ovvero una mostra/ evento che avrà luogo indicativamente nel mese di febbraio dove poter dar spazio e voce a quelle che sono le aspettative delle giovani generazioni in merito al ridisegno di questa parte di città:
“ Quali sono i loro sogni per la nuova piazza della Repubblica? Quali sono le loro aspettative? E le loro esigenze? Per loro che cosa è una piazza contemporanea?
Cosa significa essere una città contemporanea? Per loro una piazza è ancora un luogo di socializzazione oppure no? E se sì perché? Quali sono gli ingredienti e le caratteristiche necessarie per renderla tale?”

A partire dalle scuole per l’infanzia sino alle scuole secondarie superiori verrà chiesta una riflessione sul tema: nelle prossime settimane sono organizzati incontri in tutte le scuole per spiegare il progetto. Il risultato di questi pensieri non deve essere necessariamente un progetto architettonico e urbanistico ma l’espressione “visuale” attraverso disegni, video, testi, di come è la piazza che vorrebbero o anche la rappresentazione teatrale e/o musicale dell’idea antropologica, sociologica e civica della piazza del futuro.
“La piazza che vorrei” assumerà i contorni di una mostra-evento aperta alla cittadinanza che avrà luogo nel mese di febbraio. Le classi potranno presentare i progetti sotto qualsiasi forma entro il 31 gennaio. Sarà anche realizzato un trailer condiviso sui canali social di VareseRepubblica.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings