mercoledì, 17 Aprile 2024

VANZAGO – Riduzione rifiuti indifferenziati

Con il finire del mese di giugno, a Vanzago si è conclusa la prima campagna di controllo domiciliare per il monitoraggio del corretto conferimento della “frazione secca – indifferenziata”.

I risultati emersi durante queste quattro settimane sono stati estremamente incoraggianti e trovano conferma nel buon andamento, durante il primo semestre 2016, della raccolta del rifiuto secco indifferenziato, che appare ormai in diminuzione rispetto a quanto rilevato durante lo scorso anno.

In questi primi sei mesi la riduzione della frazione secca si attesta attorno al 13,5%, se rapportato a quanto conferito nel primo semestre dello scorso anno, con una differenza di circa 72.620 kg rispetto allo stesso periodo del 2015. Un andamento che si è nettamente consolidato durante gli ultimi mesi dove si è raggiunta una diminuzione pari al 16%.

Un ulteriore incentivo è stato fornito dalla campagna di controllo che durante il mese di giugno ha visto impegnati sul nostro territorio il personale di GeSeM srl.
Questa campagna, inserita nel “Piano strategico per la riduzione dei rifiuti indifferenziati e per l’incremento della raccolta differenziata” approvato nel mese di dicembre 2015 dalla Giunta Comunale, si è posta l’obiettivo di correggere eventuali modalità scorrette nel conferimento dei rifiuti, soprattutto per quanto riguarda quelli indifferenziati.

I controlli sono stati svolti nei quattro giovedì del mese di giugno, durante il servizio di raccolta settimanale della frazione secca indifferenziata, coinvolgendo diverse aree di Vanzago in prossimità delle vie Arsiero, Filzi, Di Vittorio, Torino, Pasubio, Pellico e l’area compresa tra via Quasimodo e via Pascoli.

Nei casi in cui è stata riscontrata la non conformità dei rifiuti esposti, come il mancato conferimento nei sacchi neutri trasparenti o la presenza di rifiuti ulteriormente differenziabili come carta, plastica, alluminio o vetro, si è provveduto alla collocazione di un adesivo di colore giallo-rosso corredato dalle informazioni che giustificavano il mancato ritiro. Il personale di GeSeM s.r.l. ha inoltre fornito informazioni e supporto, sia telefonicamente sia a domicilio, a tutti i cittadini che ne hanno fatto esplicita richiesta, in modo da chiarire ogni dubbio sulla corretta differenziazione dei rifiuti.

Durante i controlli i rifiuti non ritirati a causa di difformità nel conferimenti si sono attestati attorno al 5% rispetto al totale dei rifiuti controllati, un risultato che evidenzia il buon livello raggiunto dai cittadini vanzaghesi nella differenziazione dei rifiuti.

La positività di tali numeri lascia presupporre la possibilità di raggiungere, nei prossimi anni, un buon livello di differenziazione, permettendo notevoli benefici sia dal punto di vista ambientale sia dal punto di vista economico, consentendo una riduzione dei costi del servizio e conseguentemente della tassa sui rifiuti.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI