Cerca
Close this search box.
domenica, 21 Luglio 2024
domenica, 21 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

Una raccolta di firme per dire basta alle carrozzelle trainate dai cavalli su tutto il territorio nazionale

(Foto di Andreas -Pixabay)

E’ notiziai di questi giorni: l’OIPA, l’Organizzazione internazionale Protezione Animali sta cheidendo al Campidoglio di aprire una trattativa con i titolari delle licenze per vetturini di botticelle, le famose carrozzelle per i turisti trainate dai cavalli, affinché si convertano gli attuali permessi in licenze taxi o in licenze per mezzi elettrici con i quali continuare a trasportare turisti nei centri storici delle città d’arte, come Firenze e Roma.
Come si legge in una nota diffusa da OIPA, in questi giorni di estremo caldo, l’Organizzazione invita cittadini e turisti a segnalare ai Vigili urbani e alle guardie zoofile il mancato rispetto di quanto previsto dai Regolamenti comunali sulla tutela degli animali.

Più precisamente, l’articolo 46 in particolare prevede che “i cavalli che svolgono attività di trazione di vetture pubbliche non possono lavorare per più di sei ore al giorno e hanno diritto a pause adeguate di riposo tra un tragitto e l’altro, in estate da svolgersi all’ombra; i conduttori devono provvedere ad abbeverarli regolarmente, è vietato trasportare un numero di persone superiore a quello dei posti per i quali la carrozza è omologata, non a cassetta, e la sola andatura consentita è il passo. È altresì proibito percorrere strade in salita fuori dalla zona a traffico limitato. È vietato far lavorare i cavalli dal 1° giugno al 15 settembre dalle ore 13 alle ore 17. In questo stesso periodo il divieto di far lavorare i cavalli è esteso dalle ore 11 alle ore 18 nelle giornate caratterizzate dai livelli di rischio 2 e 3 del bollettino giornaliero del “Sistema di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute”, specifico dell’area urbana di Roma, emanato dal Ministero della Salute.

OIPA è promotrice anche di una petizione on line, che chiede al ministro Salvini lo stop ai veicoli a trazione animale su tutto il territorio nazionale. In breve, OIPA chiede al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di farsi promotore di una riforma della legislazione nazionale che metta fuori gioco “lo spettacolo pietoso di cavalli costretti ad arrancare sotto il solleone, a qualsiasi ora e a qualsiasi temperatura, o sotto la pioggia, o sull’asfalto bagnato. La vita dei cavalli dev’essere tutelata e lo Stato deve fare la sua parte per difendere ogni animale in quanto essere senziente”.
La petizione on line per lo stop alla trazione animale e livello nazionale si trova al link: https://www.oipa.org/italia/cosa-puoi-fare/campagne-oipa/campagna-abolizione-carrozze-con-animali/.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings