22.9 C
Comune di Legnano
sabato 31 Luglio 2021

Una poesia per raccontare con delicatezza i cortili di Felice Musazzi

Ti potrebbe interessare

Fiera di San Francesco a Cerro Maggiore nel nome della sicurezza

Lunedì 2 agosto per le vie del centro di Cerro Maggiore si svolgerà la tradizionale Fiera di San Francesco. Le bancarelle riempiranno le vie...

Al mercato di Legnano un gruppo di Anonymous for Voiceless racconta l’agonia degli animali

Immagini forti tanto da sembrare irreali, proiettate su alcuni grandi schermi, sono state presentate questa mattina, sabato 31 luglio, al mercato di Legnano, da un...

Regioni da zona gialla e terza dose di vaccino: il governo valuta

Mentre risale la curva dei contagi da Covid-19 in tutta Italia, alcune regioni cominciano ad avvicinarsi ai numeri che prevedono, di nuovo, il passaggio...

“Delta Live” occasione di svago e socializzazione a “Il Giardino” di Legnano

Si è conclusa ieri, venerdì 30 luglio, al ristorante self service “Il Giardino” di via Marconi a Legnano, la programmazione estiva 2021 di “Delta...

Riflettori, prego: è di scena il cortile lombardo. Termina così una particolare poesia dedicata ieri, sabato 12 giugno, dall’attore della compagnia de “I Legnanesi”, Maurizio Albè, a Felice Musazzi, in occasione dell’intitolazione di una scuola a San Lorenzo di Parabiago, nel centenario della nascita del noto attore e autore dialettale.

Albè ha letto la poesia davanti ad un pubblico di bambini e genitori, scelta tra quelle che meglio raccontano, in poche righe, la vita nei cortili, la Legnano di un tempo, la storia di tutte quelle persone semplici portata in scena nelle commedie di Musazzi.

“Ho scelto la lettura di questa poesia per meglio descrivere l’ambientazione delle opere di Felice. Per apprezzare ed amare la sua arte è necessario comprendere il contesto in cui si è sviluppata: i cortili di una volta, dove “il vicino è così vicino che vive con te”, ringhiere e ballatoi”, spiega Albè, che nelle commedie di Musazzi interpreta il personaggio della “Carmela”,  fornendo uno spaccato anche sulle immigrazioni, sul concetto di integrazione di una volta.

Albè è stato applaudito dai bambini che hanno ascoltato con attenzione la poesia e, senza dubbio, fatto subito memoria dell’interpretazione dell’attore, che rende omaggio al grande autore: “La ringhiera ci corre nell’anima. Riflettori, prego: è di scena il cortile lombardo”.

Articoli correlati

Intitolata a Felice Musazzi la scuola elementare di San Lorenzo di Parabiago

Si è svolta questa mattina, sabato 12 giugno, alla presenza di numerosi bambini, autorità, genitori, l’intitolazione ufficiale della scuola elementare di San Lorenzo di...

Legnano ricorda Felice Musazzi: il centenario celebrato con eventi fino a dicembre

Un libro, una tavola rotonda, una mostra, una rassegna di incontri-racconti nei cortili: sono i primi appuntamenti messi a calendario a Legnano per il...