Una nuova Diagnostica per immagini all’ospedale di Legnano

Nella Unità Operativa di Medicina Nucleare dell’Ospedale di Legnano è da pochi giorni stata collaudata, e messa in funzione, una nuova PET-CT, vale a dire un dispositivo di Diagnostica per immagini di alta tecnologia, proseguendo la ASST Ovest Milanese nell’acquisizione di moderne attrezzature tecnologiche, per garantire ai cittadini i più elevati standard di qualità.

Come spiegato dalla direzione del nosocomio, si tratta di “una apparecchiatura diagnostica di ultima generazione che unisce le immagini morfologiche radiologiche (Computed Tomography, TAC) con quelle funzionali-metaboliche medico-nucleari (Positron Emission Tomography, PET) ottenute con la somministrazione di radio-farmaci emittenti positroni.

Impiegata principalmente in ambito oncologico, la PET-CT si dimostra utile anche nello studio di alcune patologie flogistico-infettive, neurologiche (malattie neurodegenerative) e cardiache (studio della vitalità miocardica)”.

Il nuovo tomografo PET-CT, che costa di circa 1 milione e mezzo di euro, finanziato da Regione Lombardia, ha caratteristiche innovative dal punto di vista della qualità delle immagini e permette anche una più rapida esecuzione degli esami con minore esposizione a radiazioni del paziente.

La nuova apparecchiatura consente anche l’integrazione delle immagini PET con quelle derivanti da altre metodiche radiologiche (TAC, Risonanza Magnetica), o ottenute dalla medicina nucleare convenzionale (tomoscintigrafie SPECT).

print