lunedì, 17 Gennaio 2022

“Un oceano ci separa” il nuovo romanzo della vittuonese Denise Villa

Anno 1938: il Paese respira i venti di una guerra prossima a sconvolgere le esistenze della popolazione.

Joe (Gioacchino) il figlio della Dora, torna dall’America dove è stato cresciuto dallo zio alla Corte dei Sassi che gli ha dato i natali, per rivedere la famiglia italiana, scoprire verità nascoste e riordinare tasselli della sua vita passata. E, cercando di comprendere la sua vera identità, Joe mescolerà la sua storia alla storia di altri personaggi della corte dei Sassi: i gemelli Tic e Tac, la bella Irene, l’elegante Belluomo, il Rossi, il Bepp tutti con le proprie piccole grandi storie, che alla fine rientrano nei ricordi d’infanzia di molti.

Reduce dall’edizione 2020 di “BookCity” completamente digitale, dove ha presentato “Un oceano ci separa”, Denise Villa “orfana” purtroppo, a causa delle restrizioni anti Covid-19, della Compagnia teatrale Vittuonese, che avrebbe dovuto introdurre la presentazione del suo libro con uno sketch in dialetto milanese, presenta il suo terzo romanzo ambientato in Lombardia.

Denise Villa si è già fatta conoscere al pubblico con i romanzi “All’ombra del gelso” del 2001, e “Sotto il campanile, un cortile e le sue storie” del 2013, racconti di un’Italia che non esiste più dove amicizia e solidarietà sono spesso i fili trainanti delle storie. Libri da leggere con un po’ di nostalgia, cercando di riscoprire una sana umanità fatta di valori spesso un po’ sopiti o dimenticati.

S. R.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI