Tutti contro le “fake news” alimentari

dimagranti
(Foto da web - Alimentazione corretta)

La denuncia è chiara: troppi finti esperti in nutrizione millantano le qualità di improbabili prodotti, a danno dei consumatori.

ll mercato degli alimenti che promettono dimagrimento, regolazione del colesterolo, facile riacquisto della forma fisica, e altro, è sempre più fiorente, ma soprattutto falso.

A seguito di numerose indagini condotte sul mercato, nella pubblicità, tra i consumatori, medici e nutrizionisti hanno deciso di chiedere al Ministero della Salute di porre un freno ai falsi esperti, che su canali social, tv e giornali, promuovono prodotti i cui benefici spesso non sono attendibili, soprattutto in termini scientifici.

Le denunce sono arrivate da parte di associazioni di medici, quindi da ADI, l’Associazione di dietetica e nutrizione clinica, dalla Società italiana di diabetologia e dall’Associazione nazionale specialisti in scienze dell’alimentazione.

Al Ministero si chiede di istituire un’autorità di vigilanza, che regolamenti e sanzioni il mercato dei prodotti dietetici e degli integratori alimentari, soprattutto quelli non conformi alle linee guida dell’Organizzazione mondiale della Sanità.

Falsi annunci pubblicitari, come quelli relativi a facili dimagrimenti, possono compromettere la salute in particolare di giovani già affetti da disturbi dell’alimentazione.

print