giovedì, 20 Gennaio 2022

Tutti a casa per ragioni di sicurezza: ma come fanno i senzatetto?

Bisogna stare a casa tutti per non diffondere il contagio da Coronavirus, lo diciamo da giorni, ma non sempre è possibile. Infatti, per il Centro Rifugio per senzatetto, in piazza Volontari della Libertà a Busto Arsizio, a due passi dalla stazione ferroviaria FS, il problema si pone, cominciando dai due dormitori.

La Minerva Società Cooperativa Sociale, incaricata di gestire la struttura, ha provveduto distanziando il più possibile i letti occupati dai senzatetto. Resta il fatto che, al mattino, quando gli ospiti devono lasciare libero l’edificio, non potrebbero aggirarsi nelle vie senza una destinazione certa.

L’ingresso della mensa dei frati

I pasti ai poveri sono garantiti alla mensa dei Frati, un luogo di riferimento per molte persone disagiate.

“Ringrazio i bar, ristoranti, che ci stanno donando molti prodotti alimentari in più, per far fronte alla maggiore richiesta di questi difficili giorni, che è aumentata considerevolmente. Ci fa piacere segnalare la grande disponibilità di cibo e quindi siamo in grado di soddisfare le richieste di tutti”, ha spiegato fra Silvestro, responsabile della mensa dei poveri dove, mentre può consegnare dei sacchetti con all’interno alimenti, è costretto ad allontanare le persone che sostano sotto l’androne del convento, spesso non rispettando la distanza di un metro, come previsto dall’emergenza di queste settimane.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI