giovedì, 23 Maggio 2024

Turismo: dati in crescita ma serve dare continuità

Lo scenario è positivo, i dati di vendita di gennaio sono ottimi. Ma abbiamo appena ricominciato dopo due anni in cui siamo rimasti inattivi e un anno di ripartenza difficilissimo. Ora bisogna dare continuità”. Lo ha detto Franco Gattinoni, presidente della Federazione Turismo Organizzato di Confcommercio, durante l’incontro intitolato “Made in Italy, grandi eventi e territorio: il turismo di domani nella vision dei protagonisti” alla BIT – Borsa internazionale del Turismo, terminata ieri a Milano.

Diversi i temi posti all’attenzione del panel: i tempi di rilascio dei passaporti per viaggiare, la formazioni di chi opera nel settore, la pianificazione legata alla programmazione dei voli, in particolare da parte delle compagnie low-cost.
“Quello del rilascio e rinnovo dei passaporti al momento è un grave e assurdo problema. Nel 2023, nell’era della digitalizzazione, è inaccettabile che debbano passare anche 8-9 mesi per un appuntamento. Come associazione ci siamo pure impegnati con l’Università della Bicocca per il master sul turismo e abbiamo attivato una partnership con il sistema degli Its: la formazione e le competenze innovative, tra digitale e green, sono decisive per restituire stimoli a chi già opera nel comparto e per calamitare nuove forze lavorative. Abbiamo quindi bisogno di certezze per programmare. Dobbiamo sapere quali voli ci saranno tra dieci mesi o un anno. Insisto su questo tema, ma le compagnie low cost non possono mettere le tratte con un mese di anticipo e poi toglierle del tutto improvvisamente appena scema il traffico, o si esauriscono i contributi pubblici. Non sappiamo ancora, per esempio, chi volerà questa estate su Sicilia o Sardegna, mentre a noi serve poter pianificare il volato sia in uscita, sia in entrata”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI