2.9 C
Comune di Legnano
mercoledì 25 Novembre 2020

Truffe agli anziani: una donna telefona e cerca di estorcere denaro. Numerosi casi in poche ore a Milano e nell’hinterland

Ti potrebbe interessare

Esce il libro di Roberto Bolle: con lui danzano anche le parole

Si intitola “Parole che danzano”, e non poteva essere diversamente, quando l’autore è il più grande ballerino italiano, étoile del Teatro alla...

Il municipio si illumina di rosso a Canegrate contro la violenza sulle donne

Dalla mezzanotte di oggi, quando sarà il 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Comune sarà illuminato...

Riparte la raccolta di contributi della Fondazione degli Ospedali

Sebbene non si sia mai del tutto fermata, dalla scorsa primavera, avviata nelle settimane del primo lockdown, prosegue e torna ad essere...

Sciopero dei mezzi pubblici domani mercoledì 25 novembre a Milano

Sono state confermate da ATM, l’Azienda Trasporti milanese, quattro ore di sciopero per domani, mercoledì 25 novembre, dalle 18 alle 22, che...

Sempre più ingannevoli, abili nel raggiro verbale, intenzionati ad estorcere denaro, proseguono senza sosta nella loro attività degli imbrogli telefonici ignoti truffatori, che hanno colpito anche nelle scorse ore a danno di anziani.

Novità nel loro “modus operandi” è l’annuncio di aver contratto il Coronavirus: “Nonna, ho il Covid-19 e mi servono 8mila euro”, come accaduto ieri a Milano, dove un’anziana che vive da sola al quartiere QT8 ha risposto alla chiamata di una truffatrice, che si è spacciata per una nipote, facendosi consegnare tramite una terza persona, se non la somma richiesta, 150 grammi di oro.

Questa mattina, venerdì 3 luglio, stesso tentativo di truffa telefonica a Sesto San Giovanni, dove una coppia di ultra ottantenni è stata raggiunta da un’analoga comunicazione. Dall’altro capo del telefono una donna si è spacciata per la figlia in difficoltà, dei due anziani, adducendo seri problemi di salute, e dicendosi bisognosa di 40mila euro. Soltanto il tergiversare dei due anziani, confusi e smarriti di fronte alle richieste della donna, ha indotto la malintenzionata a tagliare corto la telefonata.

Oltre alla rabbia e all’indignazione, rimane anche lo spavento: “un colpo al cuore”, come hanno raccontato questa mattina i due sestesi, attimi di apprensione e di ansia che non si merita nessuno, soprattutto le persone più fragili ed indifese della comunità.

I Carabinieri raccomandano in queste ore massima prudenza nelle case degli anziani: non aprire la porta agli sconosciuti, non rispondere a chi non si conosce, non fornire dettagli sulla propria situazione familiare e, soprattutto, in caso di incertezza, chiamare subito il 112.

Articoli correlati

Covid-19: adesso è paura anche in Lombardia e nel Veneto

Quindici malati certi in Lombardia, due in Veneto. Si è chiuso così ieri sera, venerdì 21 febbraio, il bilancio delle persone colpite...

CASTANO PRIMO/LEGNANO – Conferenza dei Carabinieri sulle truffe agli anziani

Si è svolta il 20 novembre, presso il Centro Anziani di Castano Primo, la Conferenza dal tema “Le truffe agli Anziani” tenuta dal Comandante...