sabato, 28 Gennaio 2023

Tre iniziative dall’Associazione Italo-Araba di Legnano

La sede dell'Associazione Italo-Araba a Legnano

Scende in campo per fare la propria parte, nel momento di emergenza da Coronavirus, anche l’Associazione Italo-Araba di Legnano, con tre progetti elaborati nelle ultime ore.

Partendo dall’idea che la diffusione del Covid-19 interessi tutti i cittadini, senza distinzione di religione o provenienza, e debba quindi essere fermata con il contributo di tutti, l’associazione si sta muovendo con tre proposte: una raccolta di fondi, la donazione di sangue alla sezione AVIS cittadina, la messa a disposizione di un certo numero di volontari per aiutare gli anziani e tutti coloro che sono da soli, in difficoltà.

Oualid Dardouri

“Stiamo vivendo un incubo e c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Molti di noi vivono in Italia da più di vent’anni, e ci sentiamo parte integrante della città. Siamo uniti nello stesso dolore: questa ferita è di tutti e dobbiamo fare ognuno la sua parte, per venirne fuori al più presto”, commenta Oualid Dardouri, ex presidente dell’Associazione Italo-Araba, che ha sede a Legnano in via XX Settembre.

Con AVIS Legnano è già stato avviato un contatto per le donazioni di sangue: se i donatori dell’associazione supereranno un certo numero, saranno gli operatori AVIS a recarsi da loro, scortati molto probabilmente dai volontari della Protezione civile.

Circa trecento persone del centro islamico si sono messe a disposizione del Comune, per svolgere attività di volontariato, e nei prossimi giorni sarà possibile sapere quali.

Dardouri si è mobilitato anche per reperire mascherine dall’estero: “Se ci unisce lo stesso dolore, ci unisce anche la forza di guardare al futuro, per il bene di tutti”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI