Cerca
Close this search box.
martedì, 16 Luglio 2024
martedì, 16 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

Trasformato l’oratorio Madonna in Campagna in un “Portale verso l’Oriente”

Atleti della giornata con il maestro Massimiliano Andreani

E’ successo nei giorni scorsi a Gallarate, dove all’oratorio della Madonna in Campagna si è tenuta una manifestazione di judo, che ha trasformato lo stesso in un Kodokan in miniatura, con piccoli atleti  delle società ASD Pavia, Judo Samurai Portovaltravaglia e Kodokan, sotto la guida dei maestri Talamona e Povolo.

Alla manifestazione “Portale d’Oriente PGS”, organizzata dalla società OMA Judo, hanno partecipato anche le società  Shorei Shobukan Legnano,  le polisportive Villa Cortese e Shogun Busto Arsizio, che si sono cimentate in un triangolare di karate eseguendo le forme degli stili Shotokan-ryu Shito-Ryu e Goju-ryu.

“La frase “é  judo ogni volta che cadete e vi rialzate sorridendo” è la sintesi perfetta della giornata: ragazzi che non si sono battuti, ma hanno praticato insieme imparando gli uni dagli altri e rialzandosi sempre col sorriso dipinto sul volto, così come il judo insegna a fare non solo sul Tatami ma nella vita di tutti i giorni”, hanno commentato gli organizzatori.

Tra gli atleti che hanno entusiasmato il pubblico, Sara Gatti e Daniele Montanari che sono stati premiati dal sindaco di Gallarate Andrea Cassani, da Oma e dal presidente delle polisportive giovanili Salesiane Massimo Zibetti, per i risultati sportivi ottenuti nel karate agli Open di Panama e in altre competizioni internazionali.

Come si legge in una nota, “Sara si é esibita in un kata Bassai Dai “penetrare la fortezza”, mentre Daniele ha eseguito Kanku sho e Gankaku, due delle forme più acrobatiche dello stile Shotokan-ryu. Entrambi i campioni hanno mostrato ai ragazzi presenti lo spirito e la tecnica che gli hanno permesso di salire sui gradini più alti del podio.
Il fatto che entrambi i campioni siano affetti da sindrome di Down è soltanto un valore aggiunto, che mostra come il confine tra abilità e inabilità sia molto sottile, e come un’arte marziale o uno sport possano servire per superare i propri limiti”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings