venerdì, 27 Gennaio 2023

Torna lo sciopero dei taxi: ferme le auto bianche in tutte le grandi città

(Foto da web RAVAGLI/INFOPHOTO)

Sta proseguendo dalle 18 di ieri, lunedì 11 luglio, lo sciopero nazionale dei tassisti a sorpresa, lavoratori che, dopo lo sciopero già attuato il 6 e il 7 luglio, si fermano di nuovo per fare sentire la propria voce contro l’articolo 10 del Ddl Concorrenza.

L’oggetto del contendere, come si suol dire, è sempre quello: l’articolo che per come la vede la categoria dei tassisti, rischia di cedere il servizio del trasporto pubblico non di linea a Uber, la nota azienda americana di trasporto automobilistico privato, e alle società multinazionali.

La preoccupazione dei tassisti è ancora la stessa e, se necessario, sarà ribadita con un nuovo sciopero già annunciato per il 20 e il 21 luglio prossimi. I sindacati di categoria chiedono al Governo di cancellare l’articolo 10.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI