“Cinque Mulini” al via: ecco le tappe storiche

La corsa campestre “Cinque Mulini”, inventata da Giovanni Malerba e da alcuni amici dell’Unione Sportiva San Vittore Olona 1906, venne disputata per la prima volta il 22 gennaio del 1933.

Da allora, senza alcuna interruzione, San Vittore Olona ha sempre celebrato la festa della corsa tra i prati, e l’edizione 2020, numero 88, si correrà sabato 25 e domenica 26 gennaio.

Primo vincitore della gara fu l’italiano Mario Fiocchi.

Nel 1960 si affianca alla gara senior una competizione riservata agli atleti juniores: soltanto l’inglese David Bedford è stato capace di aggiudicarsi sia la prova riservata alla categoria junior, nel 1969, sia quella senior nel 1972.

Nel 1971 viene disputata la prima edizione femminile che vide il successo dell’inglese Rita Ridley, recentemente scomparsa.

Il 1991 è un anno importante per gli uomini della “Cinque Mulini” perché la IAAF inserisce la prova lombarda nel calendario delle prove dello speciale circuito internazionale, che raggruppa le più importanti gare di cross del continente.

Quest’anno la prova femminile compie cinquant’anni. Nella storia della gara abbiamo avuto al via atlete del calibro di Paola Pigni, Gabriella Dorio, Colette Besson (Fra), Lyudmila Bragina (Urss), Grete Andersen Waitz (Nor), Maricica Puica (Rom), Zola Budd (Rsa), Derartu Tulu, Luchia Yisak e Gete Wami per l’Etiopia, Albertina Dias (Por), Lynn Jennings (Usa), Benita Johnsons (Aus), Nancy Langat e Faith Kipyegon per il Kenia.

L’etiope Fita Bayesa, con quattro successi consecutivi datati 1992/1995 è il plurivincitore della gara. In campo femminile, la norvegese Grete Andersen Waitz è al comando della classifica delle atlete pluridecorate con 6 affermazioni.

Nella speciale graduatoria delle Nazioni, alle spalle dell’Italia con 27 successi figurano l’Etiopia con quindici affermazioni: Yohannes, Kedir,Tura, Debele, Abebe, Tola, e Bayesa quattro volte, Bekele, Mesfin, Edris 2 volte e Barega, quindi il Kenia con i successi  di Keino, Temu,Kipkoech 2 volte, Ngugi, Tanui,Tergat e Kamathi 2 volte, Koech, Longisiwa, Tanui e altre due volte Birech.

In campo europeo il Belgio guida la graduatoria con cinque successi: Roelants, Puttemans, Polleunis e Schots 2 volte, davanti alla Yugoslavia con quattro vittorie, di Mihalic 3 volte, e Korica.

La “Cinque Mulini” è una delle manifestazioni sportive tra le più seguite del territorio dell’Alto Milanese, che ogni anno raduna numerose persone lungo il suo percorso campestre, occasione sportiva e popolare anche per valorizzare anche quello che rimane degli antichi mulini della zona, attraversati dalla gara, come il Mulino Meraviglia.

print