Torna “Donne in Canto” edizione 2020

Torna l’evento “Festival Donne in Canto”, alla sua 12esima edizione: musica e parole al femminile.

Diciotto i Comuni coinvolti in rete nella manifestazione, una trentina gli eventi in teatri, auditorium, location diverse e piazze dei Comuni dell’Alto Milanese, da sabato 1 febbraio a sabato 1 agosto.

Madrina della manifestazione sarà quest’anno l’attrice Isabella Ferrari che aprirà la nuova stagione del festival sabato 1 Febbraio al teatro S. Lorenzo di Parabiago con il recital “Fedra” di Ghiannis Ritsos.

Dopo il successo dell’edizione passata, che vide madrina della manifestazione Amanda Sandrelli e un festival dedicato alla grande cantante argentina Mercedes Sosa, si torna in Europa, in Portogallo, nella terra del Fado in occasione del centenario della nascita di Amalia Rodrigues regina di questa particolare espressione artistica e musicale.

Quattro saranno le serate interamente dedicate al Fado durante l’evento di voci femminili, che ha visto in passato avvicendarsi alla serata inaugurale madrine illustri come Claudia Cardinale nell’anno del decennale, Piera degli Esposti, Monica Guerritore, Ottavia Piccolo, Lina Wertmuller, Maria Rosaria Omaggio, Maddalena Crippa, Paola Gassman, Mietta, Barbara de Rossi, Daniela Poggi e Amanda Sandrelli.

La presentazione ufficiale dell’evento, curata da Giorgio Almasio, ideatore e direttore artistico di “Donne in Canto”, è stata salutata da Raffaele Cucchi sindaco di Parabiago, Comune capofila della manifestazione in rappresentanza degli altri enti locali coinvolti: Arese, Busto Garolfo, Canegrate, Castellanza, Cerro Maggiore, Dairago, Lainate, Legnano, Nerviano, Pero, Pogliano Milanese Rescaldina, Rho, San Giorgio su Legnano, San Vittore Olona, Villa Cortese.

Anche quest’anno “Donne in Canto” sosterrà il progetto “La valigia di salvataggio”, devolvendo parte del ricavato all’associazione che consente a donne costrette ad abbandonare precipitosamente le proprie abitazioni, perché vittime di violenza da parte dei compagni, senza avere il tempo di prendere nulla con sé, fornendo una vera e propria “valigia” indispensabile per affrontare il primo periodo (effetti personali, prodotti per l’igiene, un foglio con le informazioni più importanti per la condotta e per il da farsi), evitandone così il ritorno a casa.

Il programma completo del Festival e come prenotarsi si trovano nel sito: www.donneincanto.org

Silvia Ramilli

print