13.9 C
Comune di Legnano
martedì 11 Maggio 2021

“Tina Modotti, Donne, Messico e Libertà” in mostra al MUDEC

Ti potrebbe interessare

Lavori al Centro Multiraccolta di Busto Arsizio: chiuso per una settimana

Da oggi lunedì 10 maggio il Centro Multiraccolta di via Tosi ang. via dell’Industria, a Busto Arsizio, sarà oggetto di un particolare intervento di...

AEMME Linea Ambiente ottiene gli stessi favorevoli riscontri del 2020

Il giudizio non si discosta molto da quello dello scorso anno: il lavoro di AEMME Linea Ambiente continua, infatti, a ottenere il consenso dei...

Al Teatro Tirinnanzi di Legnano oggi la presentazione del libro dedicato a Felice Musazzi

Si terrà oggi, lunedì 10 maggio, alle 18, al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, la presentazione ufficiale del libro dedicato a Felice Musazzi,...

Mascherine addio? Sì, quando almeno 30 milioni di italiani si saranno vaccinati

Potrebbero bastare 30 milioni di italiani già sottoposti alla prima dose di vaccino anti Covid-19, per dire basta alle mascherine indossate all’aperto. Mentre si ragiona...

Nell’ambito del palinsesto 2021 “I talenti delle donne” il MUDEC Photo presenta la mostra “Tina Modotti. Donne, Messico e Libertà”, da ieri 1 maggio fino al prossimo 7 novembre.

Tra le più grandi interpreti femminili dell’avanguardia artistica del XX secolo, Tina Modotti esprime la propria idea di libertà attraverso la fotografia e l’impegno civile, divenendo in breve tempo icona del Messico, Paese che l’ha accolta e le ha consentito di essere riconosciuta e apprezzata sulla scena artistica mondiale. Ancora oggi Tina Modotti è simbolo di una donna emancipata e moderna, la cui arte è indissolubilmente legata all’impegno sociale.

La mostra, promossa dal Comune di Milano-Cultura e prodotta da 24Ore Cultura-Gruppo 24Ore, in collaborazione con SUDEST57, il Comitato Tina Modotti di Udine, è curata da Biba Giacchetti. In esposizione un centinaio di fotografie e stampe originali ai sali d’argento degli anni Settanta realizzate dai negativi di Tina, per un racconto considerato affascinante che consentirà al pubblico di avvicinare e conoscere più in profondità questo spirito libero, che attraversò miseria e fama, arte e impegno politico e sociale, arresti e persecuzioni, ma che suscitò una grande ammirazione per il pieno rispetto di sé stessa, del suo pensiero, e della sua libertà.

Tina Modotti, al secolo Assunta Adelaide Luigia Modotti Mondini, (Udine, 1896 – Città del Messico, 1942), è stata una fotografa, attivista e attrice italiana, considerata una delle più grandi fotografe di inizio del XX secolo, e una figura di particolare fascino del movimento comunista e della fotografia mondiale. Le fotografie da lei scattate in Messico, dove si trasferì, illustrano la sua militanza politica, umana e politico-sociale.

Vivrà negli Stati Uniti, in Messico, in Russia e nell’Europa degli anni ’30, impegnandosi in prima linea per portare soccorso alle vittime civili di conflitti come la Guerra di Spagna condividendo la propria vita con Vittorio Vidali, ma al contrario del suo compagno, non potrà mai tornare alla sua amata terra natale (Udine) a causa delle sue attività antifasciste e della morte prematura avvenuta nell’esilio messicano a soli 46 anni.

Le resero omaggio artisti come Pablo Picasso, Rafael Alberti e Pablo Neruda che alla morte le dedicò una celebre poesia. La sua riscoperta inizierà negli anni Settanta grazie a Vidali, che rientrato in Italia e divenuto poi senatore, inizierà a raccontare Tina Modotti e a renderne pubbliche le sue opere.

La mostra si può visitare tutti i giorni con prenotazione obbligatoria nei fine settimana sul sito: https://ticket24ore.vivaticket.it/

Silvia Ramilli

Articoli correlati

“Robot – The Human Project” apre al pubblico a Milano: c’è anche Tommy il robottino in azione contro il Covid-19

Inaugurata ieri, sabato 1 maggio al MUDEC – Museo delle Culture di Milano, si potrà visitare fino all’1 agosto l’esposizione intitolata “Robot -The Human...

Legnano ricorda Felice Musazzi: il centenario celebrato con eventi fino a dicembre

Un libro, una tavola rotonda, una mostra, una rassegna di incontri-racconti nei cortili: sono i primi appuntamenti messi a calendario a Legnano per il...

Una mostra riapre lo spazio per l’arte a Palazzo Cicogna a Busto Arsizio

Dopo i lunghi mesi di chiusura a causa dell’emergenza sanitaria, le sale delle Civiche Raccolte d’Arte di Palazzo Marliani Cicogna di Busto Arsizio riaprono...

L’arte e il valore del riciclo in una mostra

Sarà presentata domani, sabato 24 aprile, in anteprima alla stampa, la mostra “Plastica per l’arte. Il valore del riciclo”, di Andrea Polenghi e Lady...

Aperta fino al 2 maggio la mostra “Nel salotto del collezionista: arte e mecenatismo tra otto e novecento”

Ha riaperto al pubblico in questi giorni la mostra ospitata al castello di Masnago e promossa da Fondazione Cariplo, Fondazione Comunitaria del Varesotto e...