domenica, 25 Settembre 2022

“Tariffa puntuale” buone le prime prove

Aemme Linea Ambiente i sindaci ospiti

A sei mesi dall’introduzione del sistema della “Tariffa puntuale”, nella pratica della raccolta differenziata dei rifiuti, attorno ad un tavolo i responsabili del progetto e i sindaci dei Comuni coinvolti hanno fatto oggi, mercoledì 11 gennaio, il punto della situazione.

Bene, funziona, la tariffa puntuale sta dando ottimi risultati che confermano la bontà della sperimentazione.

Avviata lo scorso mese di luglio in tre Comuni di quelli che usufruiscono dei servizi di igiene urbana di Aemme Linea Ambiente, gruppo Amga spa, vale a dire a Canegrate, San Giorgio su Legnano e Magnago, la raccolta della frazione indifferenziata in un sacco grigio dotato di chip che identifica ogni singola famiglia, ha fatto registrare un aumento della raccolta differenziata di più 5 punti percentuali, rispetto allo stesso dato del 2015.

“Tariffa puntuale” significa “pago soltanto quello che scarto”, ma in realtà si tratta di un progetto che va ben oltre il risparmio economico in bolletta, guardando al futuro dell’ambiente e delle persone.

Si tratta di ridurre gli scarti in senso generale, facendo sempre più attenzione anche al conferimento di materiali come carta, plastica, vetro e umido per i quali è previsto il riciclo, oltre che dei materiali indifferenziati.

Soddisfazione ai vertici di ALA, e tra i sindaci, rispettivamente Roberto Colombo, Walter Cecchin e Carla Picco, che in sede Amga hanno colto l’occasione per ringraziare i cittadini che hanno accettato e ben condotto fino qui la raccolta nei sacchi grigi, della “Tariffa puntuale”.

“I risultati ci sono, le cose fatte bene ne danno. I cittadini si sono adeguati alla novità e ben coinvolti, partecipando numerosi anche alle riunioni informative. Nella maggior parte dei casi il progetto è stato compreso, ora si lavora a livello locale per raggiungere davvero tutti, anche chi ha dimostrato di essere più scettico. Importante anche il lavoro svolto con i bambini nelle scuole, che proseguirà, per sensibilizzare le famiglie, partendo dai più piccoli sui vantaggi della raccolta differenziata in generale e, in particolare, con i nuovi sacchi grigi”, il commento unanime dei tre primi cittadini.

Dati alla mano, alla sensibile riduzione del “secco”, le previsioni per il 2017 sono a Canegrate di una raccolta differenziata pari al 75%, a San Giorgio su Legnano al 74%, a Magnago al 73%, aumento medio della raccolta di quasi 10 punti.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI