martedì, 28 Giugno 2022

Succo di melograno: benefici e controindicazioni

foto da web

Il succo di melograno (o melagrana) ha proprietà riconosciute e apprezzate da molti secoli. I nostri antenati consideravano questo frutto rosso come la cura di tutti i mali. All’interno di questo articolo vedremo quali sono le proprietà del melograno, le controindicazioni (trovate tutto a fine pagina) e come si estrae il succo di melograno.

Il melograno è un cespuglio che può arrivare a misurare anche quattro metri. Coltivato prevalentemente in Europa, Asia e Nord America, in autunno viene raccolto il suo frutto, comunemente conosciuto come melograno o melagrana.

Ad essere famoso e apprezzato per le sue proprietà, è il succo di melograno. Viene ricavato dalla spremitura degli arilli, l’involucro rosso dei semini. La parte intorno, quella bianca, non viene utilizzata.

1. Il succo di melograno è ricco di acido ellagico e flavonoidi. Queste due sostanze antiossidanti lo rendono un frutto ottimo per contrastare le cellule cancerogene. Il succo di melograno serve a prevenire il cancro. Tuttavia, può essere utilizzato anche come supporto per combattere i tumori dei polmoni, del seno, della prostata e della pelle. L’estratto di melograno riesce a provocare la morte delle cellule cancerogene, almeno secondo quanto è stato pubblicato dal Translational Oncology.

2. Tra i benefici del melograno abbiamo la sua azione anti-età. Essendo il melograno un frutto ricco di flavonoidi, ha delle forti proprietà antiossidanti, aiuta a contrastare i radicali liberi. Come già saprete, in questo modo non rallentiamo solo l’invecchiamento ma doniamo al corpo una sostanza altamente antitumorale.

3. Tra le varie proprietà della melagrana abbiamo la capacità di contrastare la Tenia Solium (comunemente chiamato verme solitario). A svolgere questa importante azione è l’acido ellagico, presente nelle radici di questo frutto.

4. L’estratto di melograno protegge i nostri reni dalle tossine nocive, prevenendo il loro danneggiamento.

5. Il succo di melograno è perfetto per coloro che soffrono di diarrea. È un potente astringente.

6. Contrasta le infezioni ed i batteri che le causano. I benefici del melograno sono così ampi da poter talvolta contribuire positivamente anche su infezioni per le quali la medicina non ha ancora trovato farmaci appropriati.

7. La spremuta di melagrana protegge il fegato e lo aiuta a rigenerarsi. Questo secondo quanto è stato pubblicato sulla rivista scientifica Toxicology and Industrial Health

8. Assumere il succo di melagrana per lunghi periodi e costantemente, aiuta a prevenire la formazione delle placche aterosclerotiche nel cuore e contrasta l’ispessimento delle arterie. Questo diminuisce il rischio di aterosclerosi e altre malattie cardiovascolari.

9. Le sue sostanze proteggono l’organismo umano dalle allergie. Questa sua azione è dovuta dai polifenoli.

10. Il succo di questo frutto aiuta a tener lontana la depressione.

11. L’estratto di melograno aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. Il segreto sta nel consumarlo in maniera regolare, una volta al giorno per un anno intero. Questo frutto è un anti coagulante naturale. Questa scoperta israeliana è stata capace di portare il melograno sotto una luce del tutto nuova.

12. Consumare la melagrana quotidianamente aiuta a mantenere le ossa forti.

13. Il succo di melagrana ha dato buoni effetti anche sul morbo di Alzheimer.

14. Il succo di melagrana contiene le vitamine A, B, C, E e K. Si rivela particolarmente benefico nei confronti del nostro sistema immunitario.

15. Grazie alla vitamina C di cui è ricco, il melograno ha delle proprietà anti influenzali molto potenti, proteggendoci contro il raffreddore. Se credevamo che l’arancia riuscisse a proteggersi dall’influenza meglio di qualsiasi altro frutto, è arrivato il momento di ricredersi. Il succo di melagrano, prodotto dai semi schiacciati, possiede il 40% del nostro bisogno giornaliero di vitamina C.

16. Permette all’organismo di sintetizzare meglio il colesterolo. Riduce il colesterolo cattivo (LDL) e aumenta quello buono (HDL)

17. La spremuta di melograno è ricca di antiossidanti e fitonutrienti. Questi vanno ad interagire con le strutture genetiche, proteggendo il DNA.

18. I polifenoli e gli antiossidanti contenuti dalla melagrana aiutano a contrastare l’azione dei raggi UV, prevenendo l’insorgere dei tumori della pelle.

19. La spremuta di melagrana è ottimo per coloro che soffrono di artrite reumatoide. Migliora lo stato ossidativo e inibisce la degradazione della cartilagine che forma le articolazioni.

20. Il succo di melograno contiene sostanze estrogeniche. Aiuta quindi le donne in menopausa ad affrontare meglio i disturbi che caratterizzano questa fase della vita. Le proprietà del melograno nello specifico campo della menopausa, sono: antidepressivo, combatte l’osteoporosi e la fragilità delle ossa. Aiuta a mantenere soda ed elastica la pelle, contrasta la depressione e idrata il corpo.

21. Il succo di melagrana, secondo la tradizione indiana, riesce a donare il desiderio sessuale agli uomini. Bastano 15 giorni di assunzione per aumentare il livello di testosterone del 30%. Questo “viagra naturale” non ha controindicazioni e può essere utilizzato anche da coloro che hanno la pressione alta.

22. La melagrana ha proprietà gastroprotettive. Rafforza la mucosa gastrica ed ha un azione antibatterica.

23. La spremuta di melograno aiuta a combattere la carie dentale.

Come si consuma il succo di melograno

Il succo di melograno si consuma fresco. Lo possiamo acquistare il erboristeria, ma il prezzo è davvero alto. Quindi, vi consiglio di prendere un classico spremi agrumi e farvi da soli la vostra spremuta di melograno. In questo modo eviterete anche il fastidio di cercare un succo di melagrana puro al 100%. Ricordatevi che non deve contenere conservanti, zuccheri ne altri generi di frutta.

Acquistate il vostro melograno solo quando è già bello maturo. Si riconosce perché ha raggiunto una tonalità rossa intensa con qualche sfumatura gialla. Comprare un melograno acerbo significa buttarlo via, questo frutto matura solo quando è ancora attaccato all’albero. Una volta acquistato, se non presenta ammaccature e viene tenuto in un posto fresco e asciutto, può rimanere commestibile per 7-10 giorni.

Come si prepara il succo di melograno

Niente di così complicato. Dovrete solo utilizzare il vostro spremi agrumi, utilizzando comunque alcune precauzioni.

1. Prendete un tagliere e ricopritelo con un panno, se non volete macchiarlo. Adesso, tagliate la corona come se fosse un coperchio.

2.Incidete la buccia verticalmente, andando abbastanza in profondità da dividere la zona bianca, ma non troppo profondamente da intaccare l’integrità degli arilli.

3. Adesso, aprite molto delicatamente il melograno, precedentemente diviso in due parti.

4. prendete il vostro spremi agrumi e spremete il melograno. Dopo filtrate. Attenzione che i semini bianchi possono rimanere incastrati nello spremi agrumi, rimuoveteli e aggiungeteli al succo, perché contengono molte proprietà benefiche.

5. Ricordatevi che le macchie del succo di melograno sono permanenti! Se non volete buttar via vestiti nuovi (e magari costosi), indossate abiti vecchi o da casa.

Il succo di melograno presenta alcune controindicazioni. Secondo uno studio effettuato dal Presidente dell’associazione italiana dei medici Fitoterapeuti, Fabio Firenzuoli, il succo di melograno può inibire l’effetto di alcuni farmaci, principalmente questi:

Farmaci antidiabetici: assumendo eccessive dosi di melograno daremo al nostro corpo eccessive dosi di zucchero.

Farmaci per l’ipertensione: il succo di melograno è controindicato a chi assume questi farmaci perché riesce ad abbassare la pressione sanguigna, interferendo con l’azione del medicinale.

Quindi, se state seguendo una cura, prima di tutto consultate il vostro medico e assicuratevi che non vi siano interazioni tra il succo di melagrana e il medicinale che state assumendo.

L’eccessivo consumo di succo di melograno potrebbe provare anche intossicazioni. Questo a causa soprattutto degli insetticidi che sono stati usati durante la crescita del frutto. Tra gli effetti collaterali più riscontrati troviamo: sonnolenza, difficoltà a respirare, vertigini e mal di testa. Sono eventi rari, ma è bene far caso a questi sintomi qualora avete assunto succo di melograno durante la giornata, consultando così prontamente il medico.

Per concludere con le controindicazioni del succo di melograno, attenzione a possibili reazioni allergiche causate dopo l’assunzione della bevanda o del frutto. Possibili reazioni sono prurito, difficoltà respiratorie e gonfiore.
Curiosità sul succo di Melograno

I nostri antenati, prima dell’avvento del cristianesimo, pensavano che il succo di Melograno fosse il sangue di Dioniso. Fu Afrodite, secondo la leggenda, che piantò un melograno in onore del Dio.

Alla melagrana sono state attribuite proprietà afrodisiache. Era il frutto della fertilità e veniva utilizzato come mezzo divinatorio da parte delle novelle spose, per scoprire quanti figli avrebbero dato alla luce.

Anche la buccia essiccata del Melograno viene utilizzata come colorante, veniva utilizzata come tintura naturale per le tombe egizie.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI