11.5 C
Comune di Legnano
venerdì 23 Aprile 2021

Successo chirurgico a Legnano: asportato per la prima volta al mondo un tumore con l’esoscopio

Ti potrebbe interessare

Buon compleanno Vespa! Oggi i 75 anni dello scooter più amato al mondo

Compie oggi, venerdì 23 aprile, i suoi 75 anni la Vespa, lo scooter della Piaggio che ne depositò il brevetto il 23 aprile del...

Fioccano nuove sentenze sulla vicenda di corruzione in Comune a Lonate Pozzolo

Sono state emesse ieri, giovedì 22 aprile, dal Tribunale di Busto Arsizio, nuove sentenze nell’ambito del processo per corruzione che ha interessato nel 2017...

Giornata mondiale del Libro: a Legnano volumi da prendere in giro per la città

Particolare iniziativa oggi, venerdì 23 aprile, “Giornata mondiale del Libro”: in vari punti della città si possono trovare e prendere dei libri, distribuiti dal...

La ProLoco di San Giorgio su Legnano propone la caccia ai dettagli della storia locale

Si svolgerà oggi, venerdì 23 aprile, dedicata soprattutto ai cittadini di San Giorgio su Legnano, una particolare iniziativa: “Caccia ai dettagli storici sangiorgesi”, organizzata...

E’ successo venerdì 20 novembre: nel reparto di Chirurgia Maxillo-Facciale dell’ospedale di Legnano, è stato eseguito per la prima volta al mondo un intervento chirurgico per l’asportazione di un tumore “endoorbitario” su una paziente di 38 anni, mediante “approccio transpalpebrale altamente estetico”, utilizzando un particolare microscopio chiamato “Esoscopio”, ad elevata capacità di ingrandimento e visualizzazione digitale ad alta risoluzione.

Come si legge in una nota diffusa oggi, lunedì 23 novembre, dall’ASST Ovest Milano, l’utilizzo dell’Esoscopio ha consentito al chirurgo di seguire ed eseguire su uno schermo 70′ LCD 4K, l’intero intervento, e ha permesso di visualizzare tutte le delicate strutture endoorbitarie da preservare durante l’asportazione della neoplasia, in particolar modo del nervo ottico, dove in parte era adesa.

L’intervento è durato poco più di un’ora, e la paziente è stata dimessa dopo tre giorni di degenza, senza aver subito nessun tipo complicanza oculare e diminuzione della vista. In sintesi, le peculiarità tecniche-chirurgiche dell’intervento hanno consentito di accedere in ogni regione dell’orbita, senza approcci al cranio, più invasivi.

L’intervento è stato ideato ed eseguito da Stefano Paulli, chirurgo maxillo-facciale, con la consulenza del neurochirurgo Stefano Peron, entrambi specialisti operativi all’ospedale di Legnano.

Articoli correlati

Busto Arsizio lavora per la sistemazione dell’area verde di via Castellanza – via del Roccolo

E’ l’assessore all’Ambiente e al Verde del Comune di Busto Arsizio, Laura Rogora, ad intervenire in queste ore in merito all’area pubblica di via...

La Psichiatria torna all’ospedale di Legnano

Da oggi, giovedì 2 luglio, riapre all’ospedale di Legnano il reparto di Psichiatria, trasferito lo scorso marzo all’ospedale di Magenta, per fare spazio ai...

LEGNANO – Estremo gesto di generosita’ della famiglia di Stefano Candiani: donate valvole cardiache ed altri tessuti

L'ASST Ovest Milanese ha dato comunicazione che nella notte tra venerdi' 22 e sabato 23 gennaio, all'Ospedale di Legnano, è stato effettuato un prelievo...

LEGNANO – Convegno sull’edema oculare il 20 novembre all’UNA Hotel

Venerdì 20 novembre 2015 il dottor Giuseppe Trabucchi, Direttore dell’Unità operativa di Oculistica dell’Ospedale di Legnano, ha organizzato con i suoi collaboratori un convegno...