domenica, 25 Febbraio 2024

Stop ai cortei “no green pass”: sì a manifestazioni statiche per tutelare la sicurezza delle città

Immagine di repertorio (Foto ANSA)

Cortei “no green pass” si cambia: il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha stabilito nelle scorse ore che saranno permessi soltanto sit-in, e fuori dai centri storici. Stop ai cortei di chi protesta contro i vaccini anti Covid-19 e contro i green pass, eventi che da mesi si svolgono lungo le strade del centro delle principali città italiane, causando disagi alla viabilità e alle attività commerciali. Nelle ultime edizioni, i cortei sono stati sempre più spesso accompagnati da episodi di violenza e vandalismi, come accaduto una settimana fa a Milano e Trieste, dove i “no green pass” non hanno rispettato i percorsi accordati dalle Questure, e i disordini hanno costretto numerosi negozianti a chiudere bottega prima dell’orario.

Se il diritto di manifestare è sancito dalla Costituzione, dovranno essere osservate regole precise per il mantenimento dell’ordine pubblico: le proteste non saranno più accolte nei centri storici, consentiti i presidi fissi, possibile l’obbligo delle mascherine.

E gli eventi “no green pass” dovranno tenere conto delle nuove disposizioni già dal prossimo fine settimana.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI