giovedì, 27 Gennaio 2022

SPEZIE NEL PIATTO – La Curcuma

La curcuma (Curcuma longa) è una spezia appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae ampiamente utilizzata nella medicina tradizionale indiana e cinese. In cucina se ne usa il rizoma, simile a quello delle zenzero, ma dal colore arancione inteso. In genere si acquista già ridotta in polvere.
Quali sono le proprietà nutrizionali?
100 g di curcuma in polvere apportano circa 312 Calorie e:
– 12,85 g di acqua
– 9,68 g di proteine
– 3,25 g di lipidi, tra cui: 1,838 g di grassi saturi, 0,449 g di grassi monoinsaturi, 0,756 g di grassi polinsaturi e 0,056 g di grassi trans
– 67,14 g di carboidrati
– 3,21 g di zuccheri
– 22,7 g di fibre
– 4,43 mg di vitamina E
– 1,350 mg di niacina
– 0,7 mg di vitamina C
– 0,150 mg di riboflavina
– 0,107 mg di vitamina B6
– 0,058 mg di tiamina
– 20 µg di folati
– 13,4 µg di vitamina K
– 2.080 mg di potassio
– 299 mg di fosforo
– 208 mg di magnesio
– 168 mg di calcio
– 55 mg di ferro
– 27 mg di sodio
– 4,50 mg di zinco
La curcuma è una fonte di curcumina e di olii essenziali.

Quando non mangiare la curcuma?
La curcuma può interferire con l’assunzione dei farmaci che rallentano la coagulazione del sangue.
Stagionalità della curcuma
La curcuma è reperibile sul mercato durante tutto l’anno.
Possibili benefici e controindicazioni
La curcuma esercita effetti antinfiammatori e antiossidanti; inoltre sembra utile sia contro i gas intestinali che come antimicrobico. La ricerca scientifica ha dimostrato che alla base di molti dei suoi benefici vi è la presenza di curcumina, la molecola che conferisce a questa spezia il suo tipico colore arancione e che dal punto di vista chimico può essere classificata fra i composti polifenolici. La curcuma è poi una buona fonte di fibre che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, anche se è fonte sia di grassi “buoni” che di grassi “cattivi”. Inoltre apporta buone dosi di vitamine del gruppo B alleate del metabolismo e dello sviluppo del sistema nervoso durante la gestazione, di calcio e fosforo utili per la salute di ossa e denti, di ferro necessario per evitare anemie, di potassio alleato della salute cardiovascolare, di vitamina K importante per la coagulazione e di nutrienti dall’azione antiossidante (in particolare di vitamina E).

La curcuma può rallentare la coagulazione del sangue.

FONTE: Humanitas Salute

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI