domenica, 25 Settembre 2022

Spartitraffico o rotonda? L’incidente ne ha fatto parlare

Il traffico congestionato all'uscita A8 di Origgio

E non finisce qui, come si suol dire. L’incidente stradale verificatosi ieri, giovedì 29 dicembre attorno alle 8, in fondo alla discesa del cavalcavia dell’autostrada dei Laghi, tra Cantalupo e Origgio, per l’ennesima inversione di marcia in un punto della strada che non lo prevede, ha aperto una particolare discussione tra gli automobilisti e gli utenti in generale che conoscono quel tratto.

Da anni ci si chiede come mai non sia stato ancora realizzato uno spartitraffico, per scoraggiare le inversioni ad “u”, che almeno una volta il mese causano incidenti in quel punto.

Oggi arriva anche l’ipotesi di una rotatoria, a rendere fluido il traffico veicolare, anche nel caso in cui qualcuno decida di tornare verso Cantalupo.

“Fare in modo che l’uscita sia funzionale anche per chi deve andare in direzione Cantalupo?”, chiede qualcuno su Facebook.

“E se invece di uno spartitraffico si facesse una bella rotonda, utilizzando il boschetto, a fianco a quello usato dagli spacciatori?”, propone qualcuno altro, sottolineando anche una necessità di carattere sociale, anti degrado e di sicurezza proprio vicino al cavalcavia.

“E’ mia cugina la signora che ha fatto l’incidente. Chi è uscito dall’autostrada, facendo inversione, non si è fatto niente, invece mia cugina ne avrà per dieci giorni”, scrive una persona indicando che l’incidente in sé può essere sembrato banale, oltre che evitabile, e che qualcuno comunque si è fatto male.

Servirà a far rivedere la viabilità del cavalcavia? Non rimane che attendere.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI