Cerca
Close this search box.
venerdì, 21 Giugno 2024
venerdì, 21 Giugno 2024
Cerca
Close this search box.

Spaccio nei boschi: i Carabinieri arrestano tre stranieri a Luino

Continua incessante il lavoro dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Luino, nel tentativo di contrastare efficacemente il preoccupante fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nelle aree boschive della Valcuvia e Valganna. Così due giorni fa i militari luinesi, coadiuvati da quelli della Stazione di Cuvio, hanno arrestato a Casalzuigno tre cittadini marocchini, componenti di un gruppo dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Dopo le operazioni che, nel recente passato, avevano permesso di smantellare i bivacchi ed assicurare alla giustizia diversi pericolosi spacciatori, i militari hanno dovuto nuovamente porre attenzione alle aree boschive di Arcumeggia e Vergobbio, località dei Comuni di Casalzuigno e Cuveglio, in seguito alla ripresa dell’attività di spaccio in quei luoghi da parte di altri malviventi.

Uno dei tre arrestati, l’unico in possesso di un regolare permesso di soggiorno, nel tentativo di sottrarsi all’arresto e darsi alla fuga, ha reagito con violenza nei confronti dei Carabinieri, che lo hanno tuttavia subito immobilizzato.

I tre sono stati trovati in possesso di circa un etto di sostanze stupefacenti già suddivisa in dosi tra cocaina, eroina ed hashish e più di 1.200 euro in banconote di vario taglio provento dell’attività di spaccio, un bilancino di precisione, quattro telefoni cellulari dedicati alle comunicazioni con gli acquirenti e vario materiale per il confezionamento della droga. Tra gli effetti personali degli arrestati, anche un grosso machete.

Per i tre stranieri è quindi scattato l’arresto per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo che ha cercato di opporsi all’arresto dovrà anche rispondere di resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale.

Come si legge in una nota dei Carabinieri, l’operazione conferma la gravità della problematica e la necessità di non abbassare il livello di attenzione. Dall’analisi delle numerose attività investigative emerge soprattutto che ogni luogo di spaccio in area boschiva, non appena smantellato dai Carabinieri, è spesso rioccupato da un altro gruppo di malviventi, composto da clandestini stranieri quasi sempre di nazionalità marocchina. I Carabinieri invitano i cittadini a fornire la massima collaborazione, segnalando sempre alla Centrale Operativa della Compagnia di Luino ogni situazione ritenuta sospetta.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings