giovedì, 27 Gennaio 2022

Sono i pomodori rossi da salsa i protagonisti della dieta mediterranea

Sono i pomodori rossi da salsa i protagonisti della dieta mediterranea, annoverano tante proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, sono ricchi di vitamine (A, B1, B2, B6, C, E, K e PP) e sali minerali.

Inoltre, svolgono un’azione rinfrescante, astringente, dissetante e diuretica. Studi recenti, poi, hanno evidenziato la presenza di una preziosa sostanza antiossidante che protegge le cellule dall’invecchiamento contrastando i radicali liberi: il licopene. Secondo alcune ricerche, quest’ultimo sarebbe in grado di rallentare o prevenire certe forme di tumore (a polmoni, prostata, colon e tratto digestivo) e le malattie cardiovascolari, ma svolgerebbe anche una funzione protettiva della pelle.

Apprezzati da grandi e piccini, sono ideali per preparare salse, conserve e passate. I segreti per cucinare ottimi sughi risiedono proprio nella qualità dell’ortaggio utilizzato, la quantità di grassi (olio e burro) usati e la cottura: più saporito è il pomodoro, più il sugo sarà buono. Un consiglio: le erbe aromatiche, come basilico, prezzemolo, origano o timo, vanno aggiunte a tre quarti della cottura, mentre se si vuole insaporire adoperando del peperoncino è meglio farlo all’inizio, quando si fa soffriggere la cipolla o l’aglio.

I tempi di cottura variano: c’è chi cuoce il sugo giusto il tempo di far evaporare l’acqua dei pomodori, togliendolo dal fuoco appena si presenta sufficientemente ristretto, mentre c’è chi preferisce la cottura lunga, anche di due ore, a fuoco basso. In questo caso occorre aggiungere acqua di tanto in tanto altrimenti il rischio è di bruciare il tutto.

Le prime varietà di mele nazionali già frutto del raccolto di quest’anno, per ora solo Royal Gala, ma a breve potrebbero far la loro comparsa anche le prime Golden Delicious. È il tempo di nuovi raccolti anche per le pere: alle precocissime varietà estive si affianca l’offerta di William e Abate, le prime già buonissime, mentre per le seconde forse vale la pena di aspettare partite di prodotto più maturo. Per entrambe si parla di prodotto nazionale.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI