venerdì, 21 Gennaio 2022

Sindaco dell’Alto Milanese deve al suo Comune 64mila euro: adesso promette di restituirli entro una settimana

Succede a Pogliano Milanese, nell’hinterland Nord Ovest di Milano: il sindaco Carmine Lavagna, sostenuto dalla Lega e dalla lista civica “Pogliano per la libertà”, deve restituire al Comune 64mila euro di tasse non pagate, tra IMU e Tasi.

Mentre Lavagna ha cominciato ad estinguere il debito, promettendo di versare tutto il dovuto entro una settimana, si discute sull’eventualità  che lo stesso si dimetta dal suo ruolo, che risulta incompatibile con la sua condizione di cittadino moroso. Secondo il testo unico degli enti locali, si ravvisa la condizione di incompatibilità quando un sindaco ha un contenzioso aperto con il Comune che amministra: secondo i consiglieri del PD di Pogliano, Lavagna dovrebbe quindi dimettersi. La vicenda è stata sottoposta al Ministero degli Interni.

Il primo cittadino ha giustificato il suo debito con un momento di difficoltà economica, durante il quale ha preferito pagare il personale dipendente della sua ditta, che opera nel settore immobiliare.

Resta da vedere se il sindaco rimarrà al suo posto, e se verserà quanto dovuto nelle casse comunali nei prossimi giorni, come promesso.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI