24.3 C
Comune di Legnano
mercoledì 5 Agosto 2020

Si chiama “R-Pet” la bottiglia di plastica riciclata amica dell’ambiente

Ti potrebbe interessare

Arriva il cabaret all’Estate Sforzesca di Milano

E’ atteso per domenica 9 agosto alle 21.30 uno spettacolo di cabaret nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco di Milano, dove...

In arrivo un bonus per chi paga con carte o bancomat

Potrebbe essere pronto nei prossimi giorni il bonus previsto dal Governo per incentivare la ripartenza di alcune attività commerciali.

Un nuovo bando per il commercio nel Medio Olona

Il Distretto del Commercio Medio Olona, di cui fanno parte i Comuni di Castellanza, Fagnano Olona, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Marnate, Olgiate...

Furto ai Ronchi di Gallarate in casa di un’anziana uscita con la badante

E’ successo ieri, martedì 4 agosto, ai Ronchi di Gallarate: approfittando della passeggiata fuori casa di un’anziana, accompagnata dalla sua badante, ignoti...

Una bella novità per l’ambiente e per tutti coloro che stanno ritrovando una nuova coscienza ecologica: arriva sugli scaffali della grande distribuzione la bottiglia d’acqua R-Et 50%, da un litro e mezzo, della Ferrarelle Spa, marchio già fortemente impegnato in un grande progetto denominato “Bottle to bottle”, messo a punto l’anno scorso nello stabilimento di Presenzano, che produce e reimmette nella grande distribuzione bottiglie al 100% riciclabili, costituite per il 50% da R-Pet.

Con questo sistema la Ferrarelle Spa recupera, ripulendo l’ambiente, circa 20mila tonnellate di plastica all’anno. Il Pet è un materiale completamente riciclabile, e questo sistema di produzione fa sì che i costi per rigenerare le bottiglie siano inferiori ai costi di produzione di una bottiglia nuova.

L’idea dell’azienda però è molto più ampia: non soltanto è rivolta alla produzione di bottiglie, ma la produzione del Pet riciclato potrebbe interessare l’industria alimentare, il tessile, l’industria del giocattolo, l’industria automobilistica e tanti altri settori che utilizzano materiale plastico. Del resto si tratta di un’azienda “votata” al benessere dell’ambiente e dei propri collaboratori, che sostiene da tempo anche progetti come il FAI, il Teatro alla Scala, e la Fondazione Quartieri Spagnoli.

S. R.

Articoli correlati