Sgominata la banda violenta dei calzini rubati

Hanno finito di terrorizzare i clienti dell’autogrill di San Zenone. Lì è dove erano soliti aggredire gli avventori e i dipendenti dell’area di sosta, lungo la A1 tra Milano e Piacenza, se non avessero comprato i loro calzini in vendita, di fatto rubati.

Più di trenta persone sono state arrestate, perché considerate coinvolte nel giro delle vendite di prodotti rubati a clienti costretti all’acquisto, minacciati, picchiati, terrorizzati.

Ogni paio di calze era rivenduto anche a 35 euro, sotto minaccia di pugni, calci e ritorsioni.

La Polizia stradale di Lodi e Guardamiglio ha condotto l’indagine che ha portato all’arresto dell’intera banda, che agiva dal 2013.

Uno dei soggetti su cui grava l’arresto, tuttavia, è ancora ricercato.

print