domenica, 29 Maggio 2022

Sfregiato dalla sua ex Giuseppe vuole giustizia: per la donna chiesti soltanto 5 anni

Giuseppe Morganti, trentenne di Legnano, è stato colpito dal getto di un bicchiere pieno di acido al viso, al petto e all’occhio destro, che potrebbe non salvarsi.

Una vita rovinata, la sua, in una frazione di secondi, quando l’uomo è stato colpito lo scorso maggio e sfregiato in un parcheggio davanti alla sua abitazione di via dei Pioppi a Legnano, dalla sua ex fidanzata, Sara Del Mastro, 38 anni, i legali della quale hanno chiesto un patteggiamento di cinque anni.

Giuseppe ha subito dal giorno dell’aggressione dieci operazioni chirurgiche, destinate ad aumentare, per i danni procurati dall’acido che gli ha causato una grave ustione chimica corrosiva, di quelle continuative: vale a dire che l’acido sta proseguendo la sua attività devastante nei tessuti che lo hanno assorbito.  

“Non accetteremo mai un patteggiamento, una pena di soli cinque anni non renderebbe giustizia a Giuseppe, oltre a creare un precedente inquietante”, è stato il commento di Domenico Musicco, avvocato del giovane.

I cinque anni eviterebbero alla donna, che ha atteso la sua vittima prima di colpirlo, oltre ad averlo subissato di telefonate e messaggi minatori nelle settimane precedenti al fatto, una perizia psichiatrica nei suoi confronti, e la contestazione della premeditazione del gesto. Sembra infatti che la donna si fosse procurata l’acido già da qualche giorno, prima di entrare in azione, per “pareggiare i conti”, secondo la sua visione, con quell’amore non corrisposto.

Recentemente si è messa in moto la macchina della solidarietà, verso Giuseppe: in Internet è attiva una raccolta di fondi all’indirizzo www.gofundme.com/f/aiutiamogiuseppe, che serviranno per le prossime cure mediche cui il giovane dovrà sottoporsi, per ritrovare una accettabile normalità.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI