venerdì, 23 Febbraio 2024

Sequestrato dalla Procura di Milano il CPR di via Corelli: cibo scaduto ai migranti e niente cure

GdF 2
(Foto da web)

E’ stato posto sotto sequestro dalla Procura di Milano il CPR, il Centro di permanenza per i rimpatri di via Corelli.
Più precisamente, in seguito ad una particolare inchiesta dellla Guardia di finanza, è stata bloccata l’attività nel centro da parte della società Martinina srl che lo aveva in gestione, ritenuta responsabile di frode e turbativa.

I controlli nelle scorse settimane avevano fatto emergere che i migranti all’interno del CPR non ricevevano cure, e spesso erano preparati per loro pasti con alimenti scaduti. Da qui il sequestro del centro, mentre si fa chiarezza sulla situazione. Se il gip convaliderà la misura, sarà nominato un amministratore giudiziario per la conduzione della struttura.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI