domenica, 14 Agosto 2022

Sequestrati rettili e ragni velenosi: stavano per essere venduti nel Cremasco

Potenzialmente pericolosi e soprattutto dalla dubbia provenienza, sono stati sequestrati dai Carabinieri del Nucleo Forestale, nelle scorse ore a Trescore Cremasco, in provincia di Cremona, una ventina di rettili, serpenti boa e pitoni, un pappagallo e cinque anfibi, oltre a cinque esemplari di aracnoidi, vale a dire ragni, scorpioni e tarantole, trovati nel magazzino di un negozio di animali.

L’esercizio commerciale, specializzato nella vendita di animali, non è in possesso della prevista documentazione di provenienza degli esemplari sequestrati, violando anche la normativa CITES, quella relativa al commercio internazionale di flora e fauna a rischio di estinzione.

In riferimento ai ragni, il negozio ha violato la normativa relativa agli animali “potenzialmente pericolosi per l’incolumità e la salute pubblica”, del 2003. Un sopralluogo condotto nel retro dell’attività ha rilevato anche irregolarità di tipo sanitario.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI