24.3 C
Comune di Legnano
mercoledì 5 Agosto 2020

Se n’è andato per sempre dopo un coma durato 31 anni

Ti potrebbe interessare

Arriva il cabaret all’Estate Sforzesca di Milano

E’ atteso per domenica 9 agosto alle 21.30 uno spettacolo di cabaret nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco di Milano, dove...

In arrivo un bonus per chi paga con carte o bancomat

Potrebbe essere pronto nei prossimi giorni il bonus previsto dal Governo per incentivare la ripartenza di alcune attività commerciali.

Un nuovo bando per il commercio nel Medio Olona

Il Distretto del Commercio Medio Olona, di cui fanno parte i Comuni di Castellanza, Fagnano Olona, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Marnate, Olgiate...

Furto ai Ronchi di Gallarate in casa di un’anziana uscita con la badante

E’ successo ieri, martedì 4 agosto, ai Ronchi di Gallarate: approfittando della passeggiata fuori casa di un’anziana, accompagnata dalla sua badante, ignoti...

Questa volta si è spento per sempre Ignazio Okamoto, 53 anni, che era in coma dal 1988.

Uno stato vegetativo tra i più lunghi il suo, che racconta dell’amore grande di un genitore che non ha mai spesso di sperare per il figlio.

La vita di quel ragazzo è stata interrotta quando aveva 22 anni, a causa di un incidente stradale, in cui morì un suo coetaneo, quando la loro automobile finì fuori strada lungo la A 22 del Brennero. Okamoto era rimasto in stato vegetativo, ricoverato in una struttura di Brescia.

Incosciente e con attive soltanto le funzionalità vitali, il ragazzo è stato accudito per anni dal padre Hector, messicano ma di origini giapponesi, che non si è mai rassegnato a sperare in un suo risveglio. Nelle scorse ore il suo “Cito” se n’e andato per sempre.

Articoli correlati

Gravi ma stabili le condizioni di Zanardi: ma perché un camion si trovava sul percorso della staffetta?

E’ in coma farmacologo ma stabile Alex Zanardi, l’ex pilota di Formula 1, pluricampione paralimpico, dopo l’incidente di venerdì pomeriggio a Pienza,...