Cerca
Close this search box.
domenica, 21 Luglio 2024
domenica, 21 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

Sciopero dei benzinai per ora resta confermato: il decreto trasparenza non piace

(Foto di Bere_moonlight0 - Pixabay)

Sarà confermato oggi, martedì 17 gennaio, o revocato, lo sciopero indetto dai benzinai per il 25 e il 26 gennaio: a Fegica e Figise Confcommercio il decreto sulla trasparenza dei prezzi, pubblicato sabato scorso dal governo, non piace, in particolare nel capitolo dove si parla delle sanzioni per chi non espone alle pompe i prezzi medi delle benzine.

Così se alcune parti del testo del decreto non saranno riviste, dopo l’incontro al Ministero delle imprese e Made in Italy, lo sciopero si farà. Secondo Figisc è necessario rivalutare persino la figura del benzinaio, che in queste settimane per l’opinione pubblica è scorretto: un messaggio che non piace.

Il governo ha certificato formalmente il comportamento assolutamente corretto dei gestori, nell’incontro della scorsa settimana, prima della pubblicazione di un decreto pasticciato e senza alcuna efficacia sui prezzi. In una istruttoria, diffusa dall’Antitrust, Agcm adesso indagherebbe sui petrolieri non per le loro eventuali responsabilità, ma perché non avrebbero sorvegliato i benzinai evidentemente rei di aver speculato sui prezzi”, spiega il presidente della Fegica, Roberto Di Vincenzo. Occorre fare chiarezza.

Le sanzioni sono sproporzionate, non fanno deterrenza. I cartelli sono dannosi e inutili, e dovrebbero essere tarati sull’area circostante, non a livello regionale. Seimila euro di multa è come vendere 180mila litri di benzina, pari a sei autobotti”, commenta il presidente nazionale della Figisc Bruno Bearzi.

Nel frattempo l’Antitrust ha avviato delle ispezioni nei confronti di Eni, Esso, IP, Kuwait Petroleum Italia e Tamoil, dopo aver riscontrato delle irregolarità sui prezzi di benzina e diesel dichiarati alle pompe. Si tratterebbe di “omessa diligenza”, a danno dei consumatori.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings