mercoledì, 28 Febbraio 2024

Scelta dolorosa ma necessaria: il Comune di Canegrate annuncia l’abbattimento delle piante di via Fratelli Bandiera

(Foto scattata dagli agronomi di AMGA)

A tutela della sicurezza pubblica, dovremo rimuovere gli alberi ai lati di via Fratelli Bandiera, in direzione Parabiago. Gli agronomi della società AMGA li hanno classificati “ad alto rischio”. La perizia parla di “propensione al cedimento”: in parole semplici vuol dire che potrebbero all’improvviso cadere su un passante, un automezzo, un ciclista… Inevitabilmente quindi, nei prossimi giorni, una ditta specializzata li rimuoverà, a tutela della sicurezza pubblica”, si legge in una nota diffusa in queste ore dall’Amministrazione comunale di Canegrate.

Si tratta di robinie che presentano cedimenti alla base, degradazioni interne del legno, carie irreversibili nel tronco e nei rami, e che è impossibile curare. La questione è stata portata anche all’attenzione dell’ultimo Consiglio comunale, sere fa, e discussa con le associazioni ambientaliste canegratesi: le piante versano in uno stato pessimo.

In questi incontri abbiamo ribadito il nostro impegno a non limitarci all’abbattimento: riqualificare questa zona e il verde pubblico in generale è fra le nostre priorità. Già nel mese di febbraio metteremo a dimora 64 piante (liquidambar, tigli, liriodendron ovvero “alberi dei tulipani” e gelsi, oltre ad arbusti a macchia), nell’area a verde di nuova formazione tra le vie Toti e Bellini.
Sono in fase di studio avanzato i progetti relativi alle piantumazioni nel giardino pubblico di via Garibaldi, nel bioparco di via Toti, nei giardini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Per questi due ultimi la scuola sarà coinvolta nella progettazione. Anche le aree a verde di via Bologna e di via Terni, nei pressi del centro sportivo, saranno oggetto di puntuali valutazioni per interventi, rispettivamente, di riqualificazione e di rimboschimento”, rassicurano dal Comune.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI