San Vittore Olona – Che lo speaker chieda scusa

5 Mulini premiazione Vercesi
Il sindaco Marilena Vercesi sul podio con le atlete della Cinque Mulini 2018 (Foto dal sito istituzionale)

Adesso tocca allo speaker chiedere scusa. Lo afferma il sindaco di San Vittore Olona, Marilena Vercesi, all’indomani delle polemiche scaturite quando alla 86esima edizione el cross country internazionale “Cinque Mulini”, un commentatore ha offeso un atleta in gara, perchè in sovrappeso.

La vicenda è nota ai più, riferita dalle cronache anche ieri, ma in serata è stata diffusa una nota del primo cittadino in cui si ribadisce la necessità di non dimenticare il significato più profondo dello sport che deve essere innanzitutto momento di crescita e socialità.

“Ci intristisce come al giorno d’oggi le persone siano colpite in maniera vergognosa ed aggressiva da pregiudizi e stereotipi. La vergogna dello sport non è chi magari ha qualche chilo in più, ma chi ha detto certe frasi.

Chiediamo ufficialmente allo speaker della corsa delle scuse ufficiali rispetto a quanto detto, e che anche l’associazione organizzatrice si attivi in tal senso.

Il Comune di San Vittore Olona si ritiene parte lesa per le parole che sono state proferite in quanto totalmente distanti dai valori che da sempre lo ispirano. Non accetteremo mai che in iniziative patrocinate dall’Amministrazione comunale, tra l’altro sponsor principale dell’evento nonché proprietario degli impianti in cui si è svolta la gara, accadano fatti che vanno a ledere il buon nome della nostra comunità”, ha dichiarato Marilena Vercesi.

L’Amministrazione comunale di San Vittore Olona desidera incontrare Marco Ascari, il podista cui sono stati rivolti commenti poco felici, per mostrargli il volto positivo delle realtà sportive ed associative proprie dei luoghi della “Cinque Mulini”, che fanno da contorno all’evento podistico di rilevanza internazionale.

“Auspichiamo che il “bullismo psicologico” che ha dovuto subire Marco, sia uno sprono per continuare l’attività sportiva che tanto ama. Infine oggi facciamo nostro l’hastag che sta imperversando nei social network #iosonomarcoascari”, un ulteriore commento del sindaco.

print