23.5 C
Comune di Legnano
domenica 1 Agosto 2021

SAN GIORGIO – Si corre il 6 gennaio la 59° Campaccio

Ti potrebbe interessare

Tornano i bonus per l’acquisto dei veicoli non inquinanti

Riparte da domani, lunedì 2 agosto, la distribuzione degli ecobonus, per l'acquisto di veicoli a basse emissioni, così come previsto dalla legge di conversione...

Padre violento maltratta il figlio minorenne: la Polizia interviene

E’ stato allontanato dalla sua famiglia, nei giorni scorsi a Gallarate, un uomo di origini straniere, resosi responsabile di maltrattamenti nei confronti del figlio...

La rigenerazione della città è cominciata: tutta la soddisfazione del sindaco di Legnano

“Ci vogliono visione, costanza e determinazione. E lo stiamo facendo davvero: in questo primo anno di lavoro stiamo seminando e mettendo le basi per...

Interrotta la festa nel parchetto a Parabiago: violata ogni regola anti Covid

E’ successo nelle scorse ore a Parabiago, nel parchetto cittadino di fronte alla chiesa della Madonna Dio’l sa: circa duecento persone di origini peruviane...

Pochi giorni al Campaccio, seconda tappa del circuito mondiale Iaaf Cross Country Permit, l’espressione più elevata della corsa campestre a livello mondiale. Mercoledì 6 Gennaio è il grande giorno, con inizio gare alle ore 10 con le categorie Seniores Master e con le gare assolute femminili alle ore 13.35 con i consueti tre giri e 6km totali mentre quella maschile alle ore 14.10 con 5 giri per un totale di 10km. E’ stata inoltre confermata la diretta televisiva su Rai Sport dalle ore 14 fino alle 15.40.

Gara che s’impreziosisce con l’ingaggio dell’etiope Imane Merga, campione del mondo di cross nel 2011 e bronzo mondiale nello stesso anno ai mondiali di Daegu nei 10.000 metri. Merga, al Campaccio, è stato terzo nel 2014, alle spalle proprio di Albert Rop e di Japhet Korir e quarto nel 2012. Alla BoClassic si è classificato terzo con un finale di gara davvero brillante. E’ in forma e l’ha dimostrato, il Campaccio vivrà un’altra giornata da scrivere negli annali.

Non potrà invece essere nella mischia nella gara femminile l’azzurra Federica Del Buono. La vicentina non gareggia e non si allena dal 13 dicembre scorso, quando vestì la maglia azzurra agli eurocross: “Purtroppo sono bloccata da una fastidiosa tendinite rotulea e non potrò correre il Campaccio”, – il suo commento –. “E’ un problema non collegato al mio precedente infortunio che mi ha tenuta ferma tanti mesi, sto riprendendo e sta migliorando ma ancora non mi consente di correre senza dolore e non posso caricare. Certo mi spiace, il Campaccio l’ho corso tante volte è forse la mia gara preferita”.
Darà invece battaglia Sara Dossena, anche lei in azzurro agli Europei di Cross e bravissima ottava assoluta sui prati di San Giorgio Su Legnano un anno fa in 20’36” a pochi secondi proprio da Federica Del Buono, settima in 20’27”. Davanti fu podio tutto keniano con Janet Kisa vincente in 19’00”. Il risultato di Sara fu sorprendente perché la Dossena oggi è una triatleta di livello internazionale e quindi i suoi allenamenti non sono dedicati esclusivamente alla corsa ma anche a nuoto e bicicletta.
“Non vedo l’ora di correre il Campaccio mercoledì”, – afferma Sara Dossena –, “anche se non sto molto bene, ma è una situazione che si protrae da qualche settimana. Ho corso gli Europei di cross, è stata una bella esperienza, anche se avrei voluto fare molto meglio come risultato”.
“Da qualche anno mi sento molto più triatleta che mezzofondista, tutti i miei sforzi sono per migliorare in particolare nel nuoto che è il mio punto debole. Sono però riuscita a conquistare un argento nel mezzo Ironman agli Europei di triathlon l’anno scorso e quindi le soddisfazioni non mancano”, – continua Sara –. “Però il Campaccio è una competizione speciale e storica, non posso mancare. Forse farò ancora qualche gara di atleti nelle prossime settimane ma l’obiettivo per me sono le Olimpiadi di Rio nel triathlon distanza olimpica e per fare questo devo recuperare punti nel circuito della coppa del mondo. Per questo tra marzo e aprile farò due gare in Cina e Messico”.

Confermati, al momento, tutti gli altri atleti già annunciati in occasione della conferenza stampa dello scorso 17 dicembre che riportiamo: da Giuseppe Gerratana il migliore degli azzurri ai Campionati Europei a Stefano La Rosa, anche se le luci della ribalta saranno puntate sul doppio campione europeo di cross Yeman Crippa.
Tra le donne italiane al via Veronica Inglese, Silvia La Barbera, Sara Dossena, Barbara Bressi, Valeria Roffino, Sara Brogiato e Sara Galimberti

In gara il vincitore del 2014 dal Bahrain Albert Rop, l’etiope Asin Haji argento ai mondiali Juniores nel 2014 sui 5000 metri ma soprattutto campione mondiale junior di cross nel 2015, l’ugendese Abdalhah Mande campione del mondo junior di corsa in montagna nel 2014 e 5° ai campionati mondiali junior nei 10000 metri nel 2014. Dal Kenya Thomas Longosiwa finalista olimpico e mondiale nei 5000 metri. .

Tra le donne in gara la keniana Alice Aprot, dal Bahran Ruth Jebet eccezionale nei 3000 siepi e finalista olimpica, Linet Masai keniana finalista olimpica, quarta, a Pechino nei 10000 metri e bronzo nei 10000 metri ai mondiali del 2011 a Daegu. Dagli Usa Nicole Bush e dal Regno Unito Lily Partridge insieme all’etiope Sofia Assefa completano il cast fino ad ora ingaggiato.

FONTE: crosscampaccio.com

Articoli correlati